Vibo Valentia
 

Bonus asilo ai dipendenti Callipo, Fai Cisl: "Sia esempio per altre imprese"

bonusasili-callipoÈ stato siglato oggi nello stabilimento Callipo Conserve Alimentari di Pizzo, Vibo Valentia, un accordo che introduce un bonus "nido e asilo" per i dipendenti, sia somministrati che a tempo indeterminato, per un importo mensile fino a 120 euro a figlio.

L'accordo è stato siglato alla presenza del Segretario Generale Onofrio Rota e dei vertici sindacali territoriali. Un ulteriore incentivo per sostenere le esigenze familiari dei lavoratori e migliorarne la qualità della vita.

Un bonus "nido e asilo" - si legge in una nota dell'azienda - per supportare i genitori presenti nella grande "famiglia Callipo" nel miglioramento del work-life balance. E' questo il contenuto alla base del nuovo accordo sottoscritto oggi tra Callipo, azienda calabrese con una storia di 108 anni nelle conserve ittiche di qualità, e il sindacato Fai Cisl.

Il bonus "asilo e nido" vuole essere un sostegno concreto per tutti i dipendenti con figli della Giacinto Callipo Conserve Alimentari e verrà riconosciuto su base mensile per un importo massimo di 120€ a figlio. Una nuova iniziativa per un'azienda che vanta un consolidato sistema di welfare aziendale, come testimoniano i numerosi interventi messi in atto negli anni per migliorare il benessere dei lavoratori e l'introduzione di moderne politiche di incentivi con l'obiettivo di migliorarne la qualità della vita privata e lavorativa.

"Questa iniziativa, alla quale teniamo molto, è nata dal desiderio di contribuire concretamente alle necessità familiari dei nostri collaboratori. Si tratta di un'azione rivolta a tutti i dipendenti con figli minori a carico, compresi quelli interinali che fanno capo alla Openjobmetis perché riteniamo che vada riconosciuta pari dignità a tutti. Tra l'altro è nostra volontà estendere questo beneficio anche agli altri dipendenti delle società del Gruppo Callipo. La presenza oggi in azienda del Segretario Generale della Fai-Cisl Onofrio Rota e dei vertici territoriali, a cui va il mio più sentito ringraziamento, testimonia che il confronto e il dialogo costruttivo portano sempre risultati soddisfacenti per tutte le parti sociali", dichiara il Presidente Cav. Lav. Pippo Callipo.

L'attenzione al benessere dei lavoratori è diventato un valore forte e identitario dell'azienda guidata dalla famiglia Callipo che ha sviluppato una politica di welfare che tiene conto delle moderne esigenze dei lavoratori e mira a migliorarne la qualità della vita.

Sempre rivolta alle famiglie è la possibilità di far frequentare gratuitamente ai figli dei dipendenti, per il secondo anno consecutivo, i corsi di pallavolo organizzati dalla Callipo Sport per sostenere il diritto allo sport tra i più giovani. A tutto questo si aggiungono gli altri "benefit" già consolidati tra cui l'assistenza sanitaria mediante convenzioni mediche, premio di produttività, momenti conviviali, formazione, convenzioni e prestiti aziendali agevolati, servizio di ascolto e consulenza a sostegno dei dipendenti.

Esprime soddisfazione la Fai Cisl, che si è battuta per realizzare, con questo accordo, un'ulteriore importante misura di welfare aziendale: "Consente di fatto una migliore conciliazione tra i tempi di vita e quelli lavorativi in una realtà in cui sono impiegate tante donne, ed è un risultato che si aggiunge agli accordi già siglati nei mesi scorsi per il consolidamento dei premi aziendali, per i prestiti ai dipendenti e per il rafforzamento dei protocolli di sicurezza", commenta il Segretario territoriale Daniele Gualtieri, che aggiunge: "L'azienda Callipo dimostra ancora una volta di mettere al centro, oltre alla produzione, la valorizzazione del capitale umano, consolidando le relazioni sindacali con la nostra segreteria territoriale e con la Rsu aziendale, cui va il nostro ringraziamento. È questa la strada maestra per conciliare l'incremento della produttività aziendale con il benessere e la qualità della vita dei dipendenti. Una strada che l'azienda ha intrapreso coerentemente anche investendo su un importante ricambio generazionale e sulla stabilizzazione e internalizzazione dei lavoratori".~

"Oggi scriviamo un'altra bella pagina delle relazioni nell'ambito dell'industria alimentare calabrese", sottolinea Michele Sapia, Segretario Generale della Fai Cisl Calabria, che parla di "un importante risultato frutto del confronto responsabile tra impresa e sindacato che ci auguriamo sia di buon auspicio per l'intero sistema produttivo regionale che ha bisogno di buone prassi, di confronto, di contrattazione e di nuove politiche per il lavoro e le eccellenze dell'agroalimentare".

Un commento positivo giunge anche dal Segretario Generale della Fai Cisl nazionale, Onofrio Rota, che ha preso parte alla sigla dell'accordo: "Rivendichiamo con orgoglio di essere un'organizzazione che esercita la propria rappresentanza puntando sulla buona contrattazione con l'obiettivo di costruire più tutele cucite su misura per i lavoratori e le loro famiglie. La determinazione dei delegati e dei nostri dirigenti territoriali e il confronto coltivato in Callipo hanno consentito di formulare risposte sempre più puntuali e aggiornate alle necessità dei lavoratori, e anche questo accordo è prova di quanto si possa fare in termini di welfare senza gravare ulteriormente sulla spesa pubblica a carico della collettività. I temi della conciliazione vita-lavoro e del sostegno alla maternità trovano ampio spazio, non a caso, anche nella nostra fase congressuale, giunta ai nostri di partenza con la programmazione di assemblee in tutti i luoghi di lavoro per rafforzare la partecipazione e gli strumenti di emancipazione per tutti i lavoratori. Auspichiamo davvero che la scelta di Callipo sia da esempio per tante altre imprese".