Vibo Valentia
 

Tansi: "Tropea e Calabria baciate da Dio, non dagli uomini. Per voltare pagina necessaria una presa di coscienza"

tansicarlonuova20set«Tropea e Calabria baciate da Dio, non dagli uomini. Ma noi valorizzeremo questo Tesoro». «Sono il primo a plaudire all'incoronazione di Tropea quale Borgo più bello d'Italia per il 2021. E del resto sono stato uno dei fan più sfegatati e attivi affinché ciò accadesse con i click via social. Finito il momento della festa, però, bisogna analizzare alcuni aspetti chiave e purtroppo critici della vicenda, altrimenti faremmo il pessimo servizio di scordarci dei fattori che frenano la nostra meravigliosa terra malgrado le enormi potenzialità di cui gode». E' quanto afferma in una nota Carlo Tansi.

«Profili deteriori peraltro comuni a tante realtà della regione. Inefficienze e ritardi dovuti a una politica miope, indolente e talvolta corrotta, e alla nefasta ingerenza della criminalità organizzata, quando non anche al combinato disposto di questi fattori. È stato Iacona, del resto, - spiega il fondatore di Tesoro Calabria - in una bella puntata di Presa Diretta dedicata alla Calabria a spiegare agli italiani: 'È un Tesoro da accarezzare'. E giuro che allora io non ero ancora in campo con il mio progetto. Battute a parte, però, il noto giornalista durante la trasmissione sosteneva: "Se solo si valorizzassero tutte le risorse che vanta e non si abbandonasse il suo territorio, la Calabria sarebbe una regione ricca. Fra le più suggestive d'Italia, perché non è interamente avviluppata da mafia, malaffare e malapolitica. Qui, infatti, c'è tanta gente perbene che sta già gettando le basi per costruire il tesoro del futuro».

«Il tasso di fiducia degli stessi calabresi verso la politica, le istituzioni e soprattutto una possibile ripresa economica, si attesta su livelli decisamente minimi. Ma Presa Diretta ha dimostrato che forse non tutto è perduto, come qualcuno affermò invece in passato. Basterebbe soltanto una presa di coscienza per voltare pagina e riprogrammare il futuro. E mai come oggi, in virtù della pioggia di risorse che arriveranno attraverso il Recovery Fund, la nostra incantevole regione potrà avere la concreta chance di riemerge dagli abissi in cui è sprofondato», conclude Tansi.