Vibo Valentia
 

Incidente sul lavoro nel Vibonese, Fillea e Cgil: ”Grave che si sia consumato in un cantiere pubblico”

"Un bilancio terribile quello di oggi a Filogaso, nel Vibonese, dove due operai sono rimasti vittime sul lavoro, folgorati dalla corrente elettrica, mentre stavano lavorando nel cantiere edile del Municipio per la sistemazione delle grondaie. Manifestiamo pensieri di incondizionata vicinanza e cordoglio alle famiglie e alle persone care dei lavoratori, strappati alle loro vite da questa ennesima tragedia che colpisce la nostra terra e l'intero mondo del Lavoro". È quanto scrivono in una nota Cgil Area Vasta Catanzaro-Crotone-Vibo, la Fillea-Cgil del medesimo comprensorio e la Fillea-Cgil Calabria.

"La pandemia non deve diventare una scusa o l'alibi per Istituzioni ed Aziende, ma occorre individuare risorse e strumenti adeguati per aumentare gli investimenti in sicurezza sul lavoro, qualificare ed implementare, attraverso l'assunzione di personale dedicato, l'azione ispettiva degli organi di controllo – scrivono – in tale direzione sollecitiamo tutte le Istituzioni e gli Organi Preposti ad attivarsi, senza perdere ulteriore tempo, in ogni iniziativa atta ad evitare che tali eventi possano ripetersi. Tutto ciò non è più tollerabile in una società moderna, dove il diritto alla sicurezza ed alla salute dei lavoratori non può e non deve passare in secondo piano".

"Valuteremo gli esiti delle indagini e attendiamo che siano acclarate le eventuali responsabilità per l'accaduto – concludono – ma denunciamo sin da ora la gravità di questo incidente che addirittura si consuma in un cantiere pubblico, esortando dunque chi di competenza a convocare al più presto il Comitato Regionale di Coordinamento delle Attività di Prevenzione e Vigilanza in materia di Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro".