Reggio Calabria
 

A Pietro Sergi il compito di riorganizzare Sinistra Italiana in provincia di Reggio Calabria

Sabato quattro dicembre 2021, con la presenza del Segretario Regionale, Dott. Angelo Broccolo, si è tenuta una interessante e partecipata assemblea provinciale della Federazione di Sinistra Italiana di Cosenza, allargata alle altre province calabresi. Come esplicitato in una nota del Segretario Provinciale della Città che ha ospitato la riunione, Fernando Pignataro, tanti sono stati i temi di importanza regionale e nazionale trattati, oltre alla necessità e la ferma volontà di rilanciare l'azione politica del Partito di Sinistra Italiana, unico partito rimasto a sinistra del PD e all'opposizione del Governo degli aumenti, più che dei "migliori".

La provincia di Reggio Calabria era presente ed ha portato le proprie idee e proposte sia per il rilancio dell'azione politica del Partito che per le problematiche generali affrontate nell'assemblea. Con l'occasione, è stata annunciata la novità del ritorno nei ranghi di Pietro Sergi, già ex membro della Direzione Nazionale e Candidato al Senato per Liberi e Uguali nel 2018 ed attualmente Consigliere Capogruppo di minoranza nel Consiglio Comunale di Careri, che andrà ad affiancare Giuseppe Carrozza, membro in carica della Segreteria Regionale. A Pietro Sergi è stato assegnato il compito di riorganizzare il Partito nell'area provinciale extraurbana di Reggio Calabria. Tra i primi obiettivi che Sinistra Italiana Reggio Calabria si è prefissata c'è la riproposizione del Circolo della Locride intitolato a Giuditta Levato e l'organizzazione di una prima iniziativa sulla Sanità e sui tanti altri problemi che attanagliano la Regione, la Provincia ed in particolar modo l'area della Locride, come la carenza di infrastrutture, la viabilità disastrata, il rischio concreto di perdere il treno del PNRR e la cronica mancanza di occupazione giovanile.

I due esponenti reggini sono già al lavoro per la campagna di tesseramento e per la raccolta delle firme per l'istituzione di una legge patrimoniale che punti a favorire una tassazione progressiva e una più equa redistribuzione della ricchezza a favore dei ceti sociali più poveri e del ceto medio basso.