Reggio Calabria
 

"Smart Road" Villa San Giovanni: interventi di accesso al Porto entro ottobre 2021

catalfamo villa 600Sopralluogo, stamane, dell'assessore regionale alle Infrastrutture, Domenica Catalfamo, per la verifica dei lavori di realizzazione della "Smart Road", che riguardano l'area di accesso al porto di Villa San Giovanni, definiti dalla convenzione siglata tra Anas e Regione Calabria, dell'importo di circa due milioni di euro e consegnati lo scorso 11 febbraio.

GLI INTERVENTI PREVISTI

«Gli interventi – spiega una nota dell'assessorato – si riferiscono alla realizzazione dell'infrastruttura "Smart road", una nuova concezione di strada intelligente che punta a consentire comunicazione e interconnessione tra i veicoli che la percorrono. Le opere prevedono l'installazione in itinere delle postazioni polifunzionali e delle tecnologie di connettività, di sorveglianza e controllo lungo le rampe di accesso verso l'area imbarchi di Villa San Giovanni, attrezzate con Access point per sistema Wi-Fi in motion in tecnologia Dscr, telecamere con funzionalità smart, in grado di svolgere attività di videosorveglianza "intelligente", rilevazione di eventi pericolosi, situazioni critiche su strada e dati di traffico, telecamere di lettura targhe per l'identificazione dei veicoli allo scopo del calcolo dei tempi di attesa e riconoscimento di veicoli trasportanti merci pericolose, sistema di segnalazione acustica e luminosa per informare gli utenti dell'accesso contromano».

I LAVORI REALIZZATI

L'assessore Catalfamo e il dirigente regionale Giuseppe Iiritano hanno effettuato un sopralluogo congiunto con il responsabile del procedimento Anas, Andrea Sebastiani, per verificare l'avanzamento dei lavori. Catalfamo ha avuto modo di constatare i primi sistemi attivati, con considerevole anticipo rispetto al programma lavori. Si tratta, nello specifico, di 21 pali polifunzionali allestiti con le più avanzate tecnologie; 5 telecamere per lettura targhe, anche Kemler per l'identificazione delle merci pericolose, nonché per il calcolo dei tempi di percorrenza tra gli svincoli di Scilla e l'area imbarchi, con le quali si riusciranno a dare informazioni il più possibile attendibili rispetto ai tempi di attesa per gli imbarchi verso la Sicilia. Inoltre, sono state attivate 21 telecamere di contesto, una per ogni postazione polifunzionale, in grado di riconoscere eventuali situazioni di criticità quali code, traffico bloccato, pedone in strada, contromano, sistema di video analisi per il rilevamento delle condizioni meteo attraverso l'elaborazione delle immagini; sistema di rilevamento ingresso utenti nel senso sbagliato in autostrada installato presso l'area di servizio di Villa San Giovanni Est».

LE TECNOLOGIE SMART

«Sono state installate, ma ancora non attivate – spiega l'assessorato –, le tecnologie Smart necessarie al controllo e al monitoraggio del traffico nonché a dare informazioni all'utenza attraverso le più attuali tecnologie come il sistema Lte-v che consente il dialogo tra i veicoli e la strada, hotspot Wi-Fi per connettersi con gli smartphone, sistema Dsrc (Dedicated short range communications) che consentirà in un prossimo futuro l'implementazione di servizi innovativi e interattivi di infomobilità, sicurezza e connettività, nell'ottica della gestione intelligente di tutte le infrastrutture stradali e lo sviluppo di servizi orientati al dialogo veicolo-infrastruttura e tra i veicoli stessi».

I TEST

«I test effettuati durante il sopralluogo – riporta ancora la nota – hanno evidenziato l'importanza per la sicurezza nonché l'incremento degli standard di servizio su un nodo strategico come quello del porto di Villa San Giovanni. L'efficacia dell'intervento potrà indurre la Regione a programmare l'utilizzo di ulteriori fondi per proseguire l'installazione degli impianti su tutto il tratto calabrese dell'A2 che, come richiesto dalla Regione Calabria risultano inseriti nel Pnrr».

LA FINE DEI LAVORI

«La conclusione dei lavori, che si può ipotizzare entro ottobre 2021, nei tempi previsti dal cronoprogramma– conclude l'assessorato –, costituirà un importante traguardo verso il futuro della mobilità in sicurezza sulle direttrici principali in Calabria. Le Smart roads tra gli emblemi di una Calabria che ha ripreso il passo nel recupero dell'atavico gap infrastrutturale per mettersi in linea con il resto del Paese e con uno sguardo sempre più convinto all'Europa».