Reggio Calabria
 

Reggio, Callea (Fp Cgil): "Incendi quotidiani di rifiuti in città. Vigili del fuoco lavorano in emergenza, mentre attendono spettanze campagna boschiva 2020"

vigilidelfuoco500"La FP CGIL pone l'accento, durante un periodo drammatico per la nostra città sommersa dai rifiuti e avvelenata dai miasmi sprigionati dai continui incendi di spazzatura che hanno raggiunto ormai livelli inaccettabili, sull'encomiabile e difficile opera svolta dai Vigili del Fuoco". E' quanto si legge in una nota di Francesco Callea, segretario generale della Fp Cgil Reggio Calabria-Locri.

"Ogni giorno (o notte) – spiega il segretario della Fp Cgil - una consistente fetta percentuale degli interventi effettuati dai VVF del Comando di Reggio Calabria sono relativi ad incendio rifiuti. Ingenti risorse sono impegnate su questa tipologia di interventi a discapito dei tempi e dell'efficienza del soccorso tecnico urgente.

I Vigili del Fuoco sono costretti ad intervenire più volte sugli stessi siti, dove nuovi rifiuti vengono depositati su ciò che rimane dei roghi precedenti.

I mezzi ordinari in dotazione non sono sufficienti a fronteggiare l'emergenza, dovendo richiedere spesso l'ausilio di mezzi speciali come pale gommate per lo smassamento degli stessi.

Pur adoperando tutti i dispositivi di protezione individuale previsti, la tipologia di intervento risulta particolarmente ostica e pericolosa per gli operatori viste le lunghe ore durante le quali vengono esposti a temperature elevate ed ai pericolosissimi prodotti della combustione (diossina, fosgene, acido cloridrico, ammoniaca solo per citarne alcuni), oltre al fatto che ciò distoglie la loro attenzione, in un periodo già gravato dagli 'stagionali' incendi di sterpaglie, dalla loro mission principale, ossia il soccorso tecnico urgente.

"Da ultimo – continua Callea - l'incendio della Ecofal (piattaforma che si occupa di smistare le varie tipologie di rifiuti) di Campo Calabro, che ha visto e vede tutt'ora impegnati da oltre 72 ore i mezzi VVF, che si sono confrontati con un incendio con alto coefficiente di rischio e di fatica, la cui enorme nube tossica sprigionata è risultata essere visibile sin dalla Sicilia, con l'ausilio di mezzi speciali intervenuti anche dall'aeroporto cittadino.

Non si può continuare a credere nella figura del vigile del fuoco come eroe invincibile ed immune a stanchezza e rischio, si tratta di uomini e donne normalissimi che svolgono un lavoro delicato e pericoloso. Seppur bene addestrati i VVF non sono dotati di super poteri, se non l'umanità e l'abnegazione con le quali svolgono il proprio dovere.

Risulta altresì paradossale che ancora oggi, a distanza di un anno dalla campagna boschiva 2020 (effettuata sulla scorta di apposita convenzione tra la Direzione Regionale VVF e Regione Calabria), non siano ancora state retribuite le spettanze di chi ha sacrificato la propria estate, sottraendola al meritato riposo ed alla famiglia.

La FP CGIL – conclude il sindacalista - stigmatizza il comportamento della Regione Calabria che ogni anno è pronta a richiedere 'l'aiuto' dei Vigili del Fuoco, per poi rifugiarsi dietro la burocrazia ed espedienti vari al momento del necessario pagamento, si sollecita pertanto a chi di competenza ad attivarsi in tempi stretti affinché i vigili del fuoco reggini vedano soddisfatte le proprie legittime spettanze".