La Consulta Giovanile di Gerace partecipa alla SuperLeague Ambientale coordinata da CleanJo

Anche la Consulta Giovanile del Comune di Gerace ha aderito alla giornata evento di pulizia ambientale coordinata dal gruppo CleanJo, fondatori del progetto di Solidarietà ForESa (ESC31) nell'ambito del programma europeo del Corpo di Solidarietà. Il gruppo promotore, grazie al piccolo finanziamento ricevuto, giorno 27 luglio darà avvio alla Prima edizione della "SUPERLEAGUE AMBIENTALE".

La Presidente della Consulta Giovanile del Comune di Gerace Sara Francesca Siciliano sottolinea: "Abbiamo prontamente aderito all'iniziativa di CleanJo perché consideriamo la tematica ambientale una delle nostre priorità, certi della grande responsabilità che incombe su tutti cittadini e della necessità di educare e di agire sull'ambiente che abitiamo per il bene di tutti. Ringraziamo il Sindaco Giuseppe Pezzimenti e l'Amministrazione per la disponibilità a sostenere l'evento anche nella nostra città e per la loro preziosa collaborazione attivata con la Consulta nell'individuazione dell'area da ripulire, la Pineta dei Cinque Martiri, nonché la possibilità del conferimento dei rifiuti raccolti. Invitiamo chiunque si trovi sul territorio locrideo a prendere parte all'iniziativa in uno dei comuni aderenti, perché nessun'azione è troppo piccola per un obiettivo così grande, soprattutto se condiviso".

L'idea di CleanJo nasce ironicamente dal confronto con la realtà calcistica e troverà attuazione in una Giornata di raccolta in simultanea realizzata in tutti i Comuni aderenti al progetto, che sarà impostata secondo una strategia di gioco e sfida per invogliare alla partecipazione. In realtà, come gli stessi promotori dicono nel video di presentazione dell'iniziativa: "La SuperLeague non è una competizione, la competizione sarà solo la cornice di un obiettivo più grande: sensibilizzare sulla tematica ambientale".

Ci sarà un'armata di giovani, affiancati dai 11 membri del gruppo CleanJo dislocati in ogni paese in collaborazione con le realtà già attive nella zona jonica, a partire dalle Consulte Giovanili per finire con i gruppi costituiti da chiunque abbia voglia di apportare un cambiamento concreto al proprio territorio.

"L'impatto non sarà solo ambientale, l'obiettivo è lanciare un messaggio più grande forte e chiaro alla nostra comunità: Noi Giovani ci siamo e il nostro territorio ha bisogno di iniziative di questo genere per creare inclusione, aggregazione e riaccendere la voglia di mettersi in gioco", ribadiscono i ragazzi di CleanJo.

Questo è il primo progetto ambientale condiviso tra i comuni e associazioni locridee, nonché la prima di tante collaborazioni tra le consulte giovanili del territorio, le quali stanno lavorando in sinergia da svariati mesi per dimostrare la massiccia e indispensabile presenza dei ragazzi che stanno cooperando per il bene della Locride e la sua rinascita, prendendo una netta posizione nelle questioni sociali.