Reggio Calabria
 

Riparte anche la cultura scientifica, Quartuccio: “Planetario di Reggio polo divulgativo d’eccellenza”

Il Planetarium Pythagoras della Città metropolitana di Reggio Calabria ha celebrato il Solstizio d'Estate nel segno della cultura e del talento giovanile nell'ambito di un'iniziativa che ha fatto da cornice alla consegna dei premi del concorso nazionale "M'illumino di meno...per riveder le stelle". All'evento, che si è aperto con un intervento professoressa Angela Misiano, responsabile scientifico del Planetario ed è stato impreziosito dall'esibizione musicale del Quartetto d'archi Conservatorio "F. Cilea", ha preso parte in rappresentanza di Palazzo "Corrado Alvaro", il consigliere metropolitano delegato alla Cultura e Spettacoli, Filippo Quartuccio.

Il concorso è parte integrante della XXI edizione della Settimana nazionale dell'Astronomia, indetta dal ministero dell'Istruzione e che vede il Planetarium "Pythagoras" quale sede operativa delle attività didattiche e divulgative e della stessa sede concorsuale. La Settimana dell'Astronomia è assegnata alla Società Astronomica Italiana che opera in sinergia con l'Istituto Nazionale di Astrofisica e la Città metropolitana di Reggio Calabria. Al progetto, è stato inoltre ricordato nel corso della serata, hanno preso parte 74 scuole da tutta Italia che hanno prodotto 1100 schede di osservazione del cielo dalle loro città.

"La Città metropolitana di Reggio Calabria e il suo Planetario "Pythagoras" - ha evidenziato il consigliere Quartuccio - ancora una volta protagonisti della promozione della cultura scientifica nel nostro territorio. Ancora una volta con il coinvolgimento e la partecipazione del Miur, della Società Astronomica Italiana e di diversi docenti, studenti ed istituti scolastici provenienti da tutta Italia. Il concorso che abbiamo avuto l'onore di ospitare qui a Reggio Calabria ha visto la partecipazione di tantissime scuole, un risultato significativo, importantissimo per la nostra città che si conferma polo divulgativo d'eccellenza pronto a ripartire con entusiasmo in un giorno emblematico, in cui si celebra il Solstizio d'estate. Un appuntamento che ci consegna una nuova prospettiva di futuro, nel segno della luce e della rinascita dettata dalla ripresa delle attività culturali, scientifiche, artistiche nell'intero territorio metropolitano. E voglio rivolgere un plauso a tutto lo staff del Planetario, al Settore 6 "Sviluppo economico" della Città metropolitana e al Sindaco Falcomatà che è sempre vicino a queste iniziative culturali di spessore. Una giornata - ha poi concluso il rappresentante di Palazzo "Alvaro" - che ci richiama anche ad un maggiore impegno sul fronte del contrasto all'inquinamento luminoso. Ed in tal senso rivolgo un appello alla Regione Calabria affinché venga approvata la legge in materia che può aiutare in modo rilevante studiosi, studenti, docenti e astronomi nei loro percorsi di studio, ricerca e di trasferimento delle conoscenze e soprattutto della passione verso questa importante ed affascinante materia".