Lions Reggio Host e Soroptimist donano una cucina al Reparto di Terapia Intensiva post operatoria del GOM

Il Lions Club Reggio Calabria Host, presieduto da Giuseppe Strangio ,e il Soroptimist di Reggio Calabria, retto da Francesca Crea Borruto, hanno donato al nuovo Reparto del GOM di Terapia Intensiva Post Operatoria, guidato da Massimo Caracciolo, una cucina completa da mettere a servizio dei pazienti e del personale medico-sanitario.

Grande soddisfazione è stata espressa da Caracciolo e dal Direttore sanitario Salvatore Costarella, grati per lo splendido dono ricevuto, che offre un angolo di serenità a un Reparto sempre sotto pressione. "Un gesto per noi operatori sanitari di grande valenza" ha esordito Caracciolo. "Abbiamo sentito la vicinanza del Lions Club Host e del Soroptimist e, attraverso di loro, di tutta la cittadinanza reggina che riconosce il grande lavoro svolto nel nuovo reparto e l'importanza dello stesso per il futuro dell'offerta sanitaria del nostro ospedale".
"Il nostro reparto – ha chiarito Caracciolo - ha iniziato la propria attività lo scorso 19 novembre nel pieno della seconda ondata pandemica da Covid-19. Grazie ai 10 posti letto realizzati la T.I.P.O. ha garantito in questi mesi non solo un'assistenza intensiva post-chirurgica per i pazienti che, a causa delle loro condizioni cliniche o per l'invasività dell'intervento, erano da considerare ad alto rischio di complicanze peri-operatorie, ma soprattutto per quei pazienti in gravi condizioni cliniche, affetti da patologie non Covid".

"L'apertura della T.I.P.O., un reparto ad alta intensità di cure – precisa il Dott. Caracciolo - è stata una scelta strategica, che ha consentito l'implementazione dei posti letto della terapia intensiva generale. Nei giorni scorsi la Corte dei Conti ha puntato il dito contro le Regioni inadempienti circa l'incremento dei posti letto di terapia intensiva e, in particolare, ha rilevato che in Calabria dei 134 posti letto in più previsti ne sono stati realizzati solo 16. Facciamo presente che grazie all'attivazione di questo Reparto ben 11, di cui un per le emergenze, dei 16 posti letto citati sono stati realizzati in modo strutturale al GOM di Reggio Calabria".

"In T.I.P.O. – conclude Caracciolo - sono quotidianamente utilizzate sofisticate attrezzature in maniera congrua e produttiva, migliorando la qualità e la sicurezza dell'offerta sanitaria, come già ampiamente dimostrato nei mesi scorsi. Assieme al personale sanitario già rodato alle alte intensità di cure, tali attrezzature sono state immediatamente operative per accogliere quei pazienti in gravi condizioni cliniche affetti da patologie non Covid. In sostanza, avere una T.I.P.O. ha permesso di rispondere alle esigenze terapeutiche di un cospicuo numero di pazienti a alto rischio peri-operatorio e nello stesso tempo di essere immediatamente convertibile, come dimostrato, in terapia intensiva generale quando necessario".

Altrettanta soddisfazione e gratitudine verso gli operatori sanitari del GOM è venuta dai rappresentanti dei Club service protagonisti della donazione. Strangio, presidente del Lions Club Reggio Calabria Host, ha ricordato che "il dono della cucina alla T.I.P.O. del Dott. Caracciolo vuole essere un segno di gratitudine verso chi in questi mesi ha compiuto un piccolo miracolo, dotando praticamente a costo zero, o meglio attingendo anche a risorse proprie, il nostro Ospedale di un reparto d'eccellenza che offre ai reggini la possibilità di essere curati anche dopo un importante intervento chirurgico, nelle migliori condizioni possibili e a casa propria, tagliando così il deprecabile fenomeno della "migrazione sanitaria". Un reparto destinato a durare e crescere ancor di più anche dopo che il Covid, come ci auguriamo, diventerà solo un brutto ricordo!".

Francesca Crea Borruto, Presidente del Soroptimist di Reggio Calabria si è detta estremamente lieta di aver realizzato questa donazione facendo sinergia con i Lions e rendendo così possibile il realizzarsi di un progetto così utile per il nosocomio reggino. "E' un segno di solidarietà e vicinanza alle strutture sanitarie reggine. Quando si fa squadra si possono raggiungere grandi traguardi. E' accaduto così anche quando, lo scorso anno, in sinergia con tutti i Club service della città e con il contributo di alcuni imprenditori, abbiamo donato al GOM un apparecchio ad alti flussi, riuscendo in una sola giornata a mettere assieme la cifra cospicua necessaria ad acquistare questo prezioso macchinario".

Creato Lunedì, 14 Giugno 2021 15:06