Reggio Calabria
 

Caos vaccinazioni a Reggio Calabria: vertice in Prefettura con vertici Asp e sindaco Falcomatà

falcomata prefetturaSi è tenuta in Prefettura a Reggio Calabria, stamane, una riunione alla quale hanno partecipato i vertici dell'Asp e il sindaco metropolitano Giuseppe Falcomatà. Tema dell'incontro il caos vaccini che nei giorni scorsi ha fatto registrare assembramenti nel punto vaccinale allestito nella sala Monteleone di Palazzo Campanella, sede del Consiglio regionale della Calabria.

Nel corso della riunione, tutte le istituzioni hanno concordato, su invito del prefetto Massimo Mariani, di agire con un maggiore coordinamento e una migliore sinergia istituzionale.

Il sindaco Falcomatà ha offerto la disponibilità, anche a nome degli altri sindaci dell'Area dello Stretto, a mettere a disposizione altre strutture al fine di decongestionare il punto di vaccinazione. E' stata concordata anche la condivisione di un piano settimanale delle vaccinazioni ed è stato assicurato il supporto della polizia locale.

Infine è stato chiesto un maggiore sforzo nell'attività di comunicazione ai cittadini e a tale scopo Falcomatà ha messo a disposizione anche i canali istituzionali e social dell'Ente, per fornire tempestive informazioni alla cittadinanza.

"L'obiettivo - ha dichiarato il sindaco uscendo dall'incontro in Prefettura - è quello di superare le criticità riscontrate ed implementare la campagna vaccinale completando le operazioni sugli ultra 80enni ed estendendola successivamente ad altre categorie sensibili come le forze dell'ordine, il personale della scuola ed altri lavoratori dei servizi pubblici essenziali come quello di igiene urbana, manutenzioni e trasporto pubblico".

"Ciò che è certo è che l'organizzazione messa in campo fino ad oggi dall'Asp va molto migliorata. Insieme ai sindaci dell'area dello Stretto, abbiamo già avuto modo di esprimere la nostra piena disponibilità a collaborare con le autorità sanitarie per la gestione di questa fase così delicata. Il Comune di Reggio Calabria lo sta già facendo mettendo a disposizione il personale della Polizia Locale per gestire meglio il flusso di persone in arrivo presso il centro vaccinale di Palazzo Campanella. Ma questo da solo non basta. Abbiamo chiesto un maggiore coordinamento istituzionale e soprattutto più attenzione all'attività di comunicazione nei confronti dei cittadini, in particolare dei soggetti destinatari della campagna vaccinale, fino ad oggi disorientati proprio a causa dell'assenza di informazioni chiare e precise. Su questi aspetti abbiamo registrato la disponibilità dell'Asp, grazie anche all'intervento autorevole del Prefetto che ringrazio per aver accolto prontamente l'appello rivolto dai sindaci nei giorni scorsi".