Riciclaggio da 136 miliardi di euro: indagato l'imprenditore palmese, Roberto Recordare

reggiocalabria cedir22aprUn imprenditore di Palmi, Roberto Recordare, e' indagato dalla Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria perche' ritenuto la mente economica-finanziaria di clan di 'ndrangheta, camorra e mafia che volevano riciclare 136 miliardi di euro di cui "36 miliardi che erano gia' pronti, cash" come e' scritto nella trascrizione di una intercettazione contenuta in una informativa della squadra mobile reggina depositata agli atti del processo "Eyphemos" contro le cosche di Sant'Eufemia d'Aspromonte.

La notizia e' riportata dal quotidiano "Domani" e l'ANSA ha potuto visionare l'informativa allegata agli atti del processo in cui si parla di Recordare. Secondo l'informativa, Recordare avrebbe gestito un fondo di 500 miliardi di euro.

Creato Venerdì, 27 Novembre 2020 10:52