Reggio Calabria
 

Caligiuri (FI): "A Rizziconi una mamma coraggio"

"Minacce, botte e, un crescendo di tensioni per motivi economici, è questo il contesto da cui la donna di Rizziconi (RC), ha deciso di emergere e salvarsi insieme alla figlia, grazie al suo coraggio. Ha denunciato il figlio. La definisco mamma coraggio. Questa mamma merita tutto il sostegno possibile, perchè con un gesto sicuramente forte, probabilmente venuto fuori dopo una serie di inefficaci discussioni e violenze, ha mostrato a tutti come veramente si deve volere bene a un figlio.

Non ha fatto finta di non vedere, nonostante le evidenze. Ha sopportato insieme alla figlia per tanti anni e, dopo tanto pensare certamente anche molto combattuto, non è rimasta in silenzio e nell'immobilismo più totale, per l'angoscia o per una ipocrita sensazione di vergogna. Non si è limitata ad imprecare contro i mali della società e la piaga della droga, ormai di dimensioni bibliche, aspettando passivamente che qualcun altro tentasse di risolvere il problema. In una parola, non ha rimandato la totale presa di coscienza del problema, per l'umana e comprensibile esigenza di ridurre il proprio dolore. E, per l'appunto, sarebbe davvero necessario, istituire un fondo regionale, per supportare le donne che subiscono violenze, al fine anche, di reinserirle nel mondo lavorativo". Lo afferma in una nota Maria Josè Caligiuri, Coordinatrice Regionale Azzurro Donna della Calabria Responsabile Regionale Dipartimento Pari Opportunità e Disabilità della Calabria.