Reggio Calabria
 

Incendio Ecoservice a Lazzaro: tavolo tecnico in Prefettura

"Prosegue il monitoraggio ambientale disposto per verificare la salubrità dell'aria e del suolo a seguito dell'incendio che nei primi giorni di agosto ha interessato la zona Sant'Ilario di Lazzaro e in particolare l'impianto dismesso Ecoservice. La ditta incaricata ha posizionato la strumentazione e sta già registrando alcuni dati che saranno successivamente elaborati".

Ad annunciarlo è il sindaco Giovanni Verduci che, subito dopo aver verificato personalmente la ripresa delle attività di analisi, insieme al responsabile comunale dell'ufficio Ambiente, ha partecipato alla riunione convocata in Prefettura per fare il punto sulle iniziative già intraprese e programmare i nuovi interventi.

"Durante l'incontro in Prefettura – aggiunge il primo cittadino - ho ringraziato gli enti e le istituzioni che in queste settimane sono state davvero al nostro fianco e ho ribadito la necessità di interventi immediati per porre fine ad una situazione di possibile pericolo che la nostra comunità avverte, giustamente, come emergenziale a causa del fumo acre che si propaga sul centro abitato".

"Purtroppo – continua il sindaco - pur dando atto della sensibilità e della collaborazione dei vigili del fuoco, ho dovuto registrare una loro difficoltà a poter essere subito operativi a causa di procedimenti autorizzativi molto gessati e di una disponibilità di mezzi e di uomini sottodimensionata rispetto alle numerose esigenze e criticità del territorio provinciale. Al Prefetto Massimo Mariani, che ringrazio sinceramente per l'attenzione prestata e la capacità di tessere rapporti importanti tra le istituzioni, ho subito preannunciato che, vista la situazione, l'ufficio tecnico comunale, già nelle prossime ore, avvierà le procedure per un affidamento tempestivo, secondo quanto previsto dal decreto semplificazione, per lo smassamento e lo spegnimento del compost ancora fumante all'interno dell'impianto dismesso Ecoservice. Un intervento progettato tenendo conto anche delle utili indicazioni gentilmente trasmesse dai vigili del fuoco a seguito dei numerosi sopralluoghi svolti. Un lavoro che l'Amministrazione comunale avrebbe voluto fosse realizzato dai vigili del fuoco, tanto che era stata già predisposta apposita convenzione, riconoscendone la competenza, la professionalità, l'affidabilità e la capacità di trasmettere fiducia in tutta la collettività".

"La Regione Calabria - conclude il sindaco Verduci – ha già notificato al Comune il decreto con il quale è stato riconosciuto il contributo economico, disponendone l'anticipazione e ordinandone il successivo recupero presso l'azienda privata. Questo, ovviamente, ci consente di avere una maggiore autonomia di azione. Inoltre, oltre alle attività volte a tutelare la nostra collettività, il nostro ufficio legale sta valutando le azioni da intraprendere nei confronti dell'azienda privata, oggi in amministrazione giudiziaria, per verificare eventuali inadempienze e chiedere, oltre alla restituzione delle somme che il Comune anticiperà per l'intervento, eventuale risarcimento se dovuto.