Ponte sullo Stretto, Klaus Davi: "Conte indichi Calabria come priorità nazionale"

daviklaus140518"L'ennesima presa di posizione del Premier Conte sullo Stretto di Messina mi lascia perplesso perché ancora una volta mi sembra di capire che la Calabria, la Regione più povera d'Europa, non ha assunto nell'agenda politica nazionale la centralità che dovrebbe avere. Conte, che pure a mio avviso è animato dalle migliori intenzioni, ha cambiato più volte la sua posizione relativamente al ponte sullo Stretto. Prima aveva detto di sì, che si poteva fare, poi che si poteva fare solo a certe condizioni; adesso ipotizza addirittura di fare un tunnel sotto terra come nella Manica". Lo ha dichiarato il giornalista e massmediologo Klaus Davi, candidato sindaco di Reggio Calabria.

"Mi sembra un modo abbastanza sbrigativo - ha spiegato Davi - per derubricare la questione e, soprattutto, la cosa mi allarma perché ancora una volta la Calabria non mi sembra prioritaria nell'agenda politica nazionale. Colpisce anche il silenzio delle istituzioni locali e regionali su questa vicenda dove dovremmo procedere tutti uniti nell'interesse dei calabresi. Per quanto mi riguarda, se dovessi essere eletto sindaco di Reggio Calabria, mi impegnerò in prima persona affinché gli adeguati investimenti per la Calabria siano stanziati in modo da garantire una viabilità che sia all'altezza di una città chiave del Mediterraneo. Reggio - ha concluso il candidato sindaco - deve approfittare della sua posizione strategica ma anche del boom del porto di Gioia Tauro che rappresenta una straordinaria opportunità in un'ottica di Città Metropolitana. Le incertezze di Conte e l'inattività dell'amministrazione mi preoccupano e dimostrano ancora una volta che chi guiderà Reggio dovrà agire in primo luogo e solo ed esclusivamente nell'interesse della città".

Creato Lunedì, 10 Agosto 2020 14:58