Reggio Calabria
 

+++++Ultim'ora+++++  Amministrative 2020: A Reggio Calabria e Crotone sarà ballottaggio. In riva allo Stretto si sfideranno Giuseppe Falcomatà e Antonino Minicuci. Battaglia tra Manica e Voce nella città pitagorica. Sergi eletto sindaco di Platì, Policaro stravince a Polistena. Torna la democrazia a Scilla, Limbadi e San Gregorio d'Ippona. A Taurianova Roy Biasi straccia l'ex sindaco Fabio Scionti. Aggiornamenti in tempo reale sul voto in Calabria

Comuni, Fp-Cgil: "A Reggio ancora carenze di personale"

"La Fp-Cgil, dopo essersi spesa ed espressa, con comunicazioni, richieste di incontro e comunicati stampa, in relazione alle notevoli carenze di personale del Comune di Reggio Calabria si ritrova oggi, a poco piu' mese dalla sospensione dell'attivita' amministrativa, a puntare il dito contro il mancato raggiungimento del seppur minimo obiettivo dell'aumento del monte orario dei dipendenti stabilizzati part time". E' quanto si legge in una nota del sindacato. "Non e' di oggi - prosegue la Fp-Cgil - la grave carenza di personale, lo stiamo dicendo a gran voce! I pensionamenti e la quota 100 hanno svuotato gli uffici, il personale rimasto ha dei carichi di lavoro eccessivi; non si puo' pretendere di apparire 'perfetti' sulle spalle di dipendenti full-time che devono sopperire a chi e' andato in pensione senza nessun affiancamento per come previsto; dipendenti ancora part-time a 26h, almeno il 50% di questi con specifiche professionalita' che vengono utilizzati impropriamente; dipendenti ancora precari, ex L. 15/2008 ed ex L.31/2016, che si spostano nei vari uffici al bisogno senza un ruolo specifico.

La soluzione da parte dell'Amministrazione si e' limitata alla richiesta alla dirigente del Personale di intraprendere un percorso esplorativo circa il fabbisogno e ad indicare delle 'priorita'', in condizioni normali sarebbe un ottimo primo passo, peccato che arrivi con notevole ritardo e che non risulti risolutivo della vicenda. Non servono letterine che vadano in giro per gli uffici ma atti amministrativi che devono essere confezionati e licenziati dalla Giunta comunale; atti che diano dignita' ai lavoratori che, fino ad oggi, non si sono mai tirati indietro ma hanno prestato la loro attivita' anche fuori dall'orario di lavoro sommando ore in eccesso da fruire come riposo compensativo; rinunciando alle ferie per non compromettere i servizi ai cittadini. E' necessario che in un momento cosi' delicato si cominci a capire che se la macchina amministrativa deve continuare ad andare avanti e' necessario riorganizzarsi; solo partendo dal personale tutto cio' puo' avvenire".