Reggio Calabria
 

Sgombero tendopoli di San Ferdinando, l'associazione Coopisa: "Ennesima violenza non soltanto verso persone, ma anche verso tutto il territorio"

L'Associazione Coopisa e l'Associazione Médecins du Monde nelle scorse ore si sono recate presso la vecchia tendopoli di San Ferdinando per distribuire ai migranti presenti beni di prima necessità. Le vecchie tendopoli abbandonate infatti continuano a divenire luoghi di aggregazione, o meglio "non luoghi"degradanti in cui le condizioni di vita sono disumane.

<< In vista dello sgombero previsto per il 15 agosto ci chiediamo cosa accadrà e che senso abbia continuare ad accanirsi verso persone in difficoltà e di cui anche il territorio ha bisogno – afferma il presidente dell'Associazione Coopisa Luigi De Filippis – Siamo davanti all'ennesima violenza non soltanto verso persone, ma anche verso tutto il territorio. Si parla di degrado urbano, di gente costretta a vagare. È una storia che si ripete, accampamenti che vengono abbandonati dallo Stato, incurante delle conseguenze. Continuiamo a chiederci perchè ma soprattutto continuiamo a far sentire la nostra presenza sul territorio, collaborando con altre realtà, a supporto di chi viene sfruttato e abbandonato, con la speranza che le istituzioni prendano seriamente in considerazione questa emergenza, garantendo a tutti il rispetto dei diritti umani>>.