Letture
 

La scrittrice Marcella Nardi: un saluto lungo 12mila chilometri

Nella nostra rubrica, oggi conosciamo Marcella Nardi, autrice e scrittrice italiana e residente a Seattle.
Dice di sé: "Adoro la vita in tutte le sue manifestazioni. Non ho mai amato poltrire. Anche nei momenti di relax, cerco di unire l'utile al dilettevole."

Innanzitutto benvenuta Marcella: leggendo la tua biografia si evince che la tua è senza dubbio una personalità poliedrica: scrittrice, artista, fotografa, e molto altro ancora. Tra tutte queste attività qual è quella a cui sei più legato?

Grazie a te e a tutti coloro che ci ascoltano. Un saluto lungo 12mila km!

Amo lo scrivere e la fotografia più di tutto. Con la fotografia porto il mondo esterno dentro la mia anima. Con lo scrivere porto la mia anima e i miei sentimenti verso l'esterno. Amando il Medioevo e i Gialli, scrivo Gialli e spesso Gialli Storici.

Per quanto riguarda il mondo della scrittura vuoi raccontarci in breve come nasce questa tua passione? Ricordi il tuo primo libro?

Scrivo e leggo fin da piccola. Ho imparato a scrivere e leggere che avevo poco più di 3 anni.

Lettura: ho letto poche fiabe. Ho iniziato con i gialli del grande Alfred Hitchcock, poi i gialli per ragazzi e da adulta ho iniziato a spaziare fra avventura, gialli, legal thriller, romanzi storici.

Scrittura: da ragazzina scrivevo non poesie ma "pensieri e parole" e poi scrissi un giallo di una trentina di pagine di quaderno. La trama era simile al romanzo di Ken Follett "Il terzo gemello". Ho ripreso a scrivere una decina di anni fa.

Ti senti più lettore o scrittore?

Entrambi gli aspetti. Amo leggere al buio con le lucine sul libro, nel letto la sera (inizio notte). Leggere mi trasporta in un altro mondo.

Amo tantissimo scrivere perché esterno i mie sentimenti più profondi, difficili da esprimere normalmente.

Negli ultimi anni il mondo dell'editoria ha conosciuto un significativo processo di trasformazione. L'oggetto libro è entrato nell'era telematica grazie ai media, il web, i social network. Ti chiedo digitale o stampato? Come cambierà l'editoria in futuro secondo te?

Sicuramente andrà sempre più verso il digitale, seppur con trend diversi da nazione a nazione. In USA molti comprano sia carta sia e-book dello stesso libro. Usano l'e-book i situazioni dove risulta più comodo avere poco peso. Non è vero sempre, ma noto che comunque si compra molto cartaceo.

Quello che il mondo digitale ancora deve sviluppare bene è il modo di pubblicizzare soprattutto gli emergenti. Infatti, oggi ancora sugli store on-line si mettono in risalto i grandi autori già affermati, e poco quelli bravi ma emergenti.

Sei di origine italiana ma vivi a Seattle in USA, quanto ti manca l'Italia?

Molto, anche se qui mi trovo bene.

Mi manca la solarità della mia bella nazione, il senso della storia e l'architettura storica.

Leggo sul tuo sito ufficiale che hai vinto parecchi premi e hai avuto molti riconoscimenti. Ma chi è Marcella Nardi nella vita di tutti i giorni?

Sono una persona che ama la vita e il rapporto con le persone.

Da quando sono in USA ho deciso di riprendere possesso del mio tempo e della mia vita. Ora insegno in loco italiano e inglese via skype e web-cam, agli italiani i Italia. La tecnologia aiuta. Poi tengo corsi di modellismo.

Scrivo molto. Adoro scrivere.

Marcella hai pubblicato il libro "Medioevo in giallo"? Una sintesi? Cosa tratta? Dove si può acquistare?

È una raccolta di quattro gialli medievali.

Con uno dei quattro racconti, vinsi un premio a Milano nel 2011. È la rivisitazione della famosa storia dantesca di Paolo e Francesca. L'ho trasformata in un giallo. Con un'altra storia, tra le quattro, arrivai alle nomination.

Riporto una breve sinossi del libro: Tra il XII e il XIV secolo, in un'Italia corrotta dal potere politico e commerciale, in un periodo di fasti, cospirazioni e delitti si muovono, tra mille intrighi, i protagonisti di quattro avvincenti romanzi: i due famosi amanti di Gradara, citati anche dal Sommo Poeta. Non immaginereste mai la loro storia; la bella e sfortunata Angelica, ignara del suo ingrato destino a causa di un libro misterioso e di un segreto millenario. Un avvincente racconto dal finale davvero unico; la giovane Lucilla, rapita e ridotta in schiavitù. Infine, da chi discendiamo? Tommaso d'Aquino, protagonista dell'ultimo romanzo, forse non fu avvelenato per ordine di Carlo I d'Angiò. La storia, che inizia agli albori della civiltà, si alterna tra l'anno 2005 e l'anno 1270 con manoscritti che passano di mano in mano durante i secoli e che parlano di un misterioso "codice della vita".

Dove lo si può acquistare - II edizione cartacea e digitale: negozi Feltrinelli, ordinandolo e ritirandolo dopo alcuni giorni senza sovrapprezzo; sempre presso Feltrinelli, nello store on-line; Lulu.com; Amazon ecc.

Dove lo si può acquistare - III edizione solo e-book, edito "Cavinato Editore International". È presente i quasi tutti gli store on-line, dal sito Hoepli, a quello della Rizzoli, a BookRepublic e davvero su tanti altri.

Adesso un'altra domanda per i nostri lettori. Cosa sono "i castelli in miniatura"?

Realizzo castelli medievali e borghi antichi in scala ridotta.

Con uno ho vinto dei premi: il castello di Soncino in cui girarono il bellissimo film degli anni '80 "Lady Hawke". Ebbi le piantine catastali e lo realizzai.

Uso vari materiali sia quelli che si trovano nei negozi di modellismo sia caserecci: per esempio con gli stuzzicadenti faccio le grate dei ponti levatoi!

Il ricordo più bello che hai della tua vita?

Tantissimi: quando ho conosciuto mio marito e poi il primo giorno di scuola in prima elementare.

Quali sono i tuoi progetti futuri?

Tanti. Come viaggi, dopo l'esperienza in Antartide faremo l'Australia. Come libri sto terminando un giallo storico ed un nuovo poliziesco.

La tua esperienza su Mebook?

Molto bella e direi positiva anche sotto l'aspetto pratico per il contatto con le persone. Lo trovo un punto d'incontro fatto bene. È lì che ho rincontrato Cavinato Editore che mi ha proposto di pubblicare con lui una revisione ampliata di "Medioevo in Giallo".

L'intervista è tratta dal sito www.mebook.it