Crotone
 

Coronavirus, brusca impennata di contagi nel Crotonese: in aumento anche i ricoveri

coronavirusmedico2Brusca impennata di contagi da coronavirus nel territorio della provincia di Crotone. Dal 1 marzo, quando nel bollettino dell'Asp erano indicati 144 casi Covid attivi, si è passati ai 190 casi attivi registrati ieri, 42 dei quali presentano sintomi. Aumentano di conseguenza anche i ricoveri che sono passati da 9 a 15 nel giro di pochi giorni. Le ordinanze di isolamento domiciliare nella provincia sono 537.Un incremento importante soprattutto nella città capoluogo che è passata dai 31 casi dell'1 marzo ai 57 della giornata di venerdì. Un dato che ha spinto il sindaco di Crotone a vietare la movida serale proibendo la vendita di alcolici dopo le 18 nel fine settimana. Un modo per evitare quegli assembramenti, soprattutto di giovani, che nelle ultime settimane avevano caratterizzato le serate crotonesi.

Aumenti importanti si registrano anche a Cotronei dove ci sono 19 casi di contagio (giorno 1 erano 4). Restano alti, anche se stabili, i numeri a Strongoli con 44 casi di cui 6 ricoverati in ospedale a Crotone mentre a Rocca di Neto i positivi sono 29. Anche a Crucoli si segnala un aumento di contagi 13 (più 3 rispetto al bollettino del 3 marzo). Dal bollettino dell'Asp del 5 marzo risultano anche tre positivi riscontrati a Petilia Policastro, 1 a Mesoraca. Sembra sotto controllo la situazione a Isola Capo Rizzuto (10 casi) e Cirò Marina (13 casi) dove nelle passate settimane c'era stato un numero più alto di contagi.