Crotone
 

Isola Capo Rizzuto: lunedì al via i lavori sullo stadio Sant'Antonio

Partiranno lunedì i lavori di riqualificazione dello Stadio Sant'Antonio di Isola Capo Rizzuto, lo storico impianto sportivo del territorio che da oltre 50 anni ospite le gare casalinghe della squadra locale che oggi milita in Eccellenza, il massimo campionato regionale. Il progetto era stato approvato dalla commissione straordinaria in data 16/05/2019, successivamente con l'insediamento della nuova amministrazione, guidata dal sindaco Maria Grazia Vittimberga, l'iter è stato accelerato grazie all'impegno dell'assessore allo Sport Salvatore Friio che ha così evitato il blocco dei fondi avviando la gara per l'assegnazione dei lavori nei tempi previsti. Con determina numero 9 del 17 gennaio 2020, infatti, si è proceduto ad avviare l'iter di gara su un importo complessivo € 399.997,57, con la pubblicazione del bando all'Albo Pretorio del Comune di Isola di Capo Rizzuto e della Provincia di Crotone sui rispettivi siti web istituzionali, prevedendo un termine di ricezione delle offerte non inferiore a 15 giorni dalla data di pubblicazione. In seguito alla gara, il 17 giugno l'appalto è stato consegnato alla ditta Fulginiti Vincenzo, con sede in via Palmiro Togliatti 71, Santa Maria Capua Vetere, per aver offerto il ribasso pari al 32,340 % per un importo contrattuale di € 220.649,37, oltre Iva, di cui € 7.057,50 per oneri della sicurezza. Nei giorni scorsi è avvenuta la consegna ufficiale dei lavori presso lo stesso impianto alla presenza della ditta appaltatrice, del Sindaco Maria Grazia Vittimberga e dell'assessore Salvatore Friio. Quest'ultimo ha sottolineato l'importanza di questo progetto: "E' da anni che questo stadio aspetta di essere riqualificato, appena ci siamo insediati la prima cosa che abbiamo fatto è stata quella di cercare progetti già avviati e portarli al termine per non rischiare di far perdere fondi al nostro territorio. Ciò significa che non abbiamo lasciato da parte nulla perché il nostro obiettivo è quello di migliorare questa città, a prescindere da chi abbia avviato i lavori di progettazione. Si è già perso troppo tempo negli anni per invidia politica e adesso è il momento dei fatti".

"Il progetto stadio – ribadisce Friio - rientra tra questi: era fermo e se non veniva accelerato l'iter il finanziamento del Coni sarebbe tornato al mittente, perciò nonostante l'emergenza sanitaria abbiamo deciso di portarlo al termine nell'attesa che presto tutto torni alla normalità". Lo stesso Friio, spiega poi che tipo di intervento subirà lo stadio: "Saranno rifatte tutte le recinzioni perimetrali del terreno di gioco a norma di legge; sarà in messa in sicurezza la pista laterale e ampliata la platea lato tribuna piccola per consentire l'eventuale sistemazione di altra tribunetta; saranno realizzati i bagni esterni e gli spogliatoio verranno completamente rinnovati con con l'abbattimento di tutte le pareti interne". L'assessore, infine, ribadisce la volontà dell'amministrazione di puntare forte sullo Sport: "Ci stiamo muovendo per riqualificare altre strutture e far si che il nostro territorio un'eccellenza regionale dal punto di vista dell'impiantistica sportiva"