Cosenza
 

Discarica Scala Coeli, Tavernise (M5S): "L'interesse pubblico deve prevalere sull'interesse privato delle discariche"

"L'incredibile vicenda, finita davanti all'autorità giudiziaria, relativa alla discarica di Scala Coeli, sorta all'interno della Bio – Valle del Nicà, oasi naturalistica ricca di corsi d'acqua, centro agricolo di diversi paesi, zona di pregio, dove abbondano culture Biologiche, DOP, IGP e allevamenti di Bovino Podolico, ci dice che la gestione dei rifiuti deve rapportarsi con interessi pubblici, costituzionalmente garantiti, quali: la salubrità dell'ambiente, l'economia del territorio. Il monito arriva anche dal Parlamento Europeo, per cui il semplice smaltimento in discarica dei rifiuti, rappresenta, il metodo più economico per gli enti pubblici, più remunerativo per i privati ma più costoso per i cittadini, incidendo direttamente sulla loro vita e sulla loro economia".

Davide Tavernise, candidato alle regionali per il M5S ribadisce, così, la sua posizione, al Circolo Legambiente Nicà di Scala Coeli, sulla questione discarica.

"Da anni, su questa dannosa vicenda – continua Tavernise - sono accanto al Circolo Legambiente Nicà, e continuerò ad esserci una volta eletto, con ancora più forza per cambiare le nostre istituzioni regionali. Secondo i dati, forniti dall'Ispra, la Calabria è penultima nella quota di raccolta differenziata. Davanti a tutti con il 74,70% il Veneto. Le stesse istituzioni europee, a più riprese e con toni più o meno morbidi, continuano a raccomandarci il riutilizzo dei materiali, dandogli nuova vita, e la riduzione degli sprechi. Pratiche che permetterebbero il conferimento in discarica di una ridottissima percentuale di rifiuti. La stessa raccolta differenziata andrebbe incentivata con l'applicazione della tariffazione puntuale: tanti rifiuti produci, tanto paghi".

"Perché in Calabria – conclude Tavernise – da decenni viviamo l'emergenza rifiuti e l'emergenza sanità? Perché abbiamo una classe politica incapace, rispetto al resto del Paese? Perché le nostre istituzioni piegano l'interesse collettivo a quello privato? Qualunque sia la risposta il 5 ottobre sarò con ancora più forza accanto agli ultimi".