Cosenza
 

San Giovanni in Fiore (Cs), sottoscritto l’accordo “Inps per tutti”

La Direzione regionale Inps Calabria martedì 27 luglio ha sottoscritto con la Caritas Diocesana e il Centro Servizi per il Volontariato di Cosenza un accordo che darà l'avvio al progetto "INPS per TUTTI" nella città di Cosenza e in tutta la provincia.

L'evento si è svolto nella suggestiva cornice della Casa del Maestro di Lorica (CS), nel cuore della Sila, e ha visto la partecipazione attiva dell'Arcidiocesi di Cosenza - Bisignano, con l'Arcivescovo Metropolita S.E. Francesco Nolè, il Vescovo di San Marco – Scalea Mons. Bonanno, del Presidente e della Direttrice del CSV di Cosenza, Dr. Giovanni Romeo e Dott.ssa Maria Carla Coscarella e del Direttore della Caritas di Cosenza, Don Bruno Di Domenico. Hanno partecipato altresì, per rimarcare l'impegno e la volontà di estendere il Protocollo anche nelle altre province della regione, il Vescovo di Lamezia Terme, delegato dalla Conferenza Episcopale Calabra per la carità, Monsignor Schillaci e il Direttore della Caritas diocesana di Lamezia, don Fabio Stanizzo.

Il progetto, che l'Inps ha inizialmente sperimentato nelle grandi aree urbane del Paese (Milano, Roma, Torino, Bologna, etc.) è stato attivato in Calabria per iniziativa del Direttore regionale Giuseppe Greco e del Direttore provinciale Elisa Spagnolo e ha, fin da subito, incontrato la piena ed entusiastica adesione da parte dell'Arcivescovo Metropolita di Cosenza – Bisignano e dell'Assessore al Welfare ed alle Politiche Sociali della Città di Cosenza, dott.ssa Alessandra De Rosa, che, seppur l'Amministrazione Comunale non è direttamente coinvolta nel progetto, in virtù della sua lunga e consolidata esperienza nel mondo del volontariato, ha significativamente contribuito affinché si realizzassero le condizioni per coinvolgere tutti i firmatari dell'Accordo.

L'adesione dei rappresentanti della Caritas e del CSV all'iniziativa si concretizzerà con la messa a disposizione, nell'ambito delle rispettive attività di competenza, dei propri servizi di assistenza con l'obiettivo di riuscire a coniugare la loro esperienza nel sociale con l'attenzione che il Presidente dell'Inps, Prof. Pasquale Tridico, intervenuto in video conferenza unitamente al Direttore Centrale per l'Inclusione sociale, Dott.ssa Maria Sciarrino, da sempre riserva alle tematiche riguardanti il contrasto alla povertà e alle situazioni di disagio sociale con la consapevolezza che, come ha avuto modo di rimarcare nel corso del suo intervento, se anche si dovessero intercettare solo pochi soggetti, varrebbe comunque la pena continuare a sostenere l'iniziativa.

Il progetto, che segue l'Accordo quadro nazionale, vede la Direzione provinciale Inps di Cosenza e i partner firmatari del protocollo impegnati a rendere più concretamente accessibili le prestazioni socioassistenziali dell'Istituto, di cui alcuni soggetti, che vivono in stato di emarginazione e di particolare fragilità e che non sono in condizione di venirne a conoscenza, potrebbero beneficiare.

Per favorire il raggiungimento di tale obiettivo è previsto un primo intervento formativo, a cura dell'Inps, rivolto agli operatori Caritas e CSV che consenta loro di valutare, attraverso la somministrazione di un questionario predisposto allo scopo, le condizioni di accesso alle prestazioni socio assistenziali dei cittadini e delle persone in difficoltà economica, sociale, abitativa e lavorativa direttamente presso le sedi in cui abitualmente operano (Parrocchie, Mense, Sportelli del CSV, Centri di ascolto Caritas, Dormitori, Centri diurni, Case comunali).

Dopo la prima fase di applicazione prevista nell'ambito provinciale di Cosenza, le parti firmatarie estenderanno l'iniziativa su tutto il territorio calabrese coinvolgendo la Consulta regionale, il CEC e le rimanenti Direzioni provinciali della regione.