Cosenza
 

45mln dal Governo per riqualificare Corigliano-Rossano, Scutellà (M5S): "Approvati tre progetti per la qualità abitativa"

scutella elisa m5s 600"Nell'ambito del Programma nazionale della qualità dell'abitare (PinQua) del Ministero per le Infrastrutture e la Mobilità Sostenibili per la riqualificazione dei centri urbani, la riduzione del disagio abitativo e l'inclusione sociale, sono 271 le proposte ammesse al finanziamento e, tra queste, ci sono 3 progetti del comune di Corigliano-Rossano per i quali la nostra città riceverà circa 45 milioni di euro".

È quanto fa sapere la deputata del Movimento 5 stelle, Elisa Scutellà, soddisfatta per l'assegnazione di questo nuovo finanziamento concesso dal Governo volto a migliorare la qualità della vita dei cittadini di Corigliano-Rossano e di tutte quelle realtà territoriali che hanno aderito al bando proposto dal Mit.

"Oggetto degli interventi – spiega la deputata - che andranno ad incidere significativamente sulla nostra comunità in termini di riqualificazione, inclusione sociale, messa in sicurezza, viabilità, ed in generale di sviluppo, l'area di Schiavonea ed i quartieri storici di Vasci e San Domenico".

"Sono soddisfatta – conclude - che l'opportunità offerta dal Governo sia stata colta dalla nostra Amministrazione comunale che, attraverso i progetti presentati, ciascuno del valore di circa 15 milioni di euro, comporterà un significativo miglioramento della qualità di vita per tutta la nostra comunità".

Tre i progetti presentati, due - si legge in una nota dell'amministrazione comunale - riguardano i centri storici e uno Schiavonea, ciascuno dell'importo di 15 milioni di euro, tutti e tre finanziati, per un totale di 45 milioni di euro, cui si aggiungono i finanziamenti del Fondo complementare al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr). I progetti dei Comuni di Corigliano Rossano prevedono la riqualificazione di quartieri, a sostituzione degli edifici abusivi e fatiscenti con nuovi fabbricati.

Si parte dall'offerta di edilizia temporanea di tipo sociale, scolastica, turistica ed emergenziale, rifunzionalizzazione di immobili, anche confiscati e di spazi, con dotazione di verde, di slarghi pedonali, di mobilità sostenibile, di aree verdi, percorsi turistici, nuova viabilità, del miglioramento dell'illuminazione e dei sottoservizi di regimentazione delle acque bianche, della fognatura, oltre che la messa in sicurezza da rischio allagamenti per tutto il quartiere e la mitigazione del traffico carrabile e aumento dell'uso di mezzi di mobilità dolce.

Anche i centri storici saranno inseriti nei protocolli smart. La smart city del futuro conta su reti di trasporto pubblico sostenibili, percorsi pedonali e/o ciclabili in modo prioritario, sistemi di approvvigionamento idrico efficaci, soluzioni per l'illuminazione.

E proprio lo sviluppo e l'utilizzo di soluzioni smart, è occasione di rigenerazione urbana legata alla qualità della vita (residenziale e turistica) attraverso la creazione di nuovi percorsi storico-culturali, orti botanici e percorsi sensoriali e spazi destinati all'agroalimentare.

I progetti saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa, che si terrà lunedì 26 luglio 2021, ore 9, sala consiliare di Piazza Santi Anargiri

Presenteranno i progetti il sindaco Flavio Stasi e gli assessori Tatiana Novello e Tiziano Caudullo
Presenti inoltre:
Giancarlo Sisca, geometra
dottoressa Benedetta De Vita
architetto Roberto Gallo
Paolo Cottino Direttore Scientifico di KCity;
Franchina Alice Project Manager di KCity;
Architetto Alfonso Femia dell' Atelier(s) Femia.
Domenico Passerelli - Professore Associato di Urbanistica presso l'Università Mediterranea di Reggio Calabria