Cosenza
 

Risorge Crosia: premiate le politiche per il centro storico

C'è un punto fermo nell'azione di governo dell'Esecutivo Russo che rappresenta un principio imprescindibile nell'azione amministrativa partita nel 2014: la valorizzazione, la rivitalizzazione e il rilancio economico, sociale e commerciale del Centro storico di Crosia. Una scommessa in cui credevano in pochi e che oggi, a distanza di sette anni, inizia a prendere forma e a far vedere i sui frutti. Nell'arco delle ultime due settimane nel borgo sono aperte due attività commerciali. Li dove un tempo lo spopolamento aveva lasciato solo magazzini e case chiuse oggi c'è vita e voglia di impresa. E questo grazie all'intraprendenza di giovani del posto che hanno voluto investire e grazie anche alla lungimiranza di questa Amministrazione comunale che, con coraggio, ha varato una serie di iniziative per sostenere economicamente l'apertura di nuove attività nel cuore borgo. Prossimo passo sarà l'attivazione di un dispensario farmaceutico.

È quanto precisa con soddisfazione il sindaco di Crosia, Antonio Russo, porgendo gli auguri di buon lavoro alle due nuove attività, un minimarket e un lounge bar, che di recente hanno aperto i battenti nel Centro storico.

«Questa – dice il Primo cittadino – è la risposta concreta e nei fatti de lavoro di prospettiva, in addizione, che questa Amministrazione comunale sta compiendo a sostegno della città sin dal 2014. Queste nuove attività commerciali nascono in un luogo in cui per molti non c'era altra prospettiva che chiudere e scappare. Ci abbiamo creduto, abbiamo mantenuto intatti i servizi al cittadino anche a fronte di una popolazione decimata, abbiamo investito nel decoro urbano installando nel borgo nuovi monumenti dall'immenso valore artistico e che sono punto di attrazione, abbiamo fatto scelte coraggiose sul piano finanziario. Perché oggi, grazie all'iniziativa dell'Amministrazione comunale, chiunque investe nel Centro storico non paga le imposte comunali. Avremmo avuto tutte le ragioni possibili per non farlo – precisa Russo -considerata la situazione economico-finanziaria di totale dissesto che ereditammo sette anni fa. Invece, con sacrificio e lungimiranza, abbiamo creduto e crediamo ancora che uno sviluppo concreto del cuore antico della nostra città debba essere sostenuto con fatti concreti e consentendo a chiunque voglia investire delle agevolazioni. Stiamo vagliando, inoltre, alcuni progetti che possano trasformare Crosia in un albergo diffuso, puntando soprattutto su quegli immobili privati abbandonati da decenni e sui quali non viene operata alcuna manutenzione. Ma abbiamo anche la necessità di continuare a puntare sulla qualità della vita di quanti ancora abitano nel borgo. Ecco perché – aggiunge ancora il Sindaco - nonostante le mille difficoltà, non è tramontata la volontà di istituire un dispensario farmaceutico a Crosia. Ci stiamo lavorando da tempo e speriamo di avere a breve delle buone risposte. Nel frattempo è giusto complimentarsi pubblicamente con questi giovani che, con tanta intraprendenza ed in un periodo storico davvero critico ed emergenziale, si sono rimboccati le maniche e hanno investito. Oggi Crosia – conclude Russo - ritrova un minimarket che sarà punto di riferimento soprattutto per la popolazione anziana e un lounge bar che, invece, è pronto ad offrire un'alternativa alla movida giovanile nel contesto urbano di uno dei più graziosi e meglio tenuti centri storici della Sila greca».