Cosenza
 

Altomonte (Cs), le tradizioni della cucina calabra finiscono su "Forbes". La storia della famiglia Barbieri

Dai cannarìculi al miele alla cicirata, piccole e dolci pepite che si preparano con soli due ingredienti e che si adagiano su foglie di arancio; passando dalle beneauguranti scaliddre, buone per tutte le occasioni e dalle cascatelle, dal cuore di mostarda di uva apirene, fino alle torte e alle crostate alla frutta, rigorosamente di stagione. I forni della pasticceria interna alla cucina dell'Hotel – Ristorante Barbieri non si sono mai spenti in questo anno di pandemia e continuano a sprigionare profumi, autenticità e sorrisi.

In attesa che vengano ufficializzate eventuali nuove modalità di riapertura di ristoranti e bar, il cuore pulsante dell'esperienza familiare ed imprenditoriale Barbieri continua a garantire il servizio, utile per quanti volessero festeggiare un'occasione speciale con una torta o concludere il pasto della domenica con un bel vassoio di dolci secchi.

Quella della Festa della Mamma che si celebrerà domenica 9 maggio, potrebbe essere per esempio, l'occasione giusta per prenotare il dolce preferito.

Dalle torte di matrimonio, al buffet dei dolci, a quelli serviti al ristorante: è tutta Made in Barbieri la produzione dolciaria proposta all'ospite della struttura o in occasione degli eventi esterni. È il frutto dell'esperienza maturata nel laboratorio di pasticceria che si avvale della competenza delle signore Anna e Lina e del contributo esterno del giovane Mario, artigiano e creativo dei dolci.

Turismo delle radici ed esperienziale. C'è anche la Città d'arte di Altomonte, con l'Hotel – Ristorante Barbieri nella storia di Rosetta Costantino, nata a Verbicaro, trasferitasi con la famiglia in America e ritornata in Calabria per dedicarsi alla terra e a promuovere le bellezze della sua regione, raccontata da Forbes.com, la prestigiosa rivista statunitense di economia.

Come la ricerca del sogno americano ha riportato questa donna alle sue radici dell'Italia meridionale. È, questo, il titolo del servizio che racconta quella Calabria di qualità che dalla costa alle vette del Pollino, attrae ed emoziona, perché sa distinguersi e sa fare rete.

"Durante la primavera – si legge nel pezzo a firma di Valentina di Donato – Costantino organizza tour per stare con due famiglie. Una di queste è la Toscano Mandatoriccio Mascaro, protagonista di un'esperienza imprenditoriale sulla costa rossanese della Città d'arte di Corigliano-Rossano. Anima Casa Solares: tra distese di clementine ed uliveti secolari di Dolce di Rossano, produce ed offre extravergine e relax di qualità per i suoi ospiti. – I tour – continua lo speciale su Forbes – passano dalla famiglia Barbieri ad Altomonte dove si svolgono i corsi di cucina: gli ospiti soggiornano nell'oasi naturale di circa 10 ettari, imparando a cucinare piatti locali. La sera prima dell'ultimo giorno, gli studenti preparano la pasta china, un tipico piatto di pasta al forno della zona di Cosenza con strati di pasta, soppressata, uovo, pomodoro e mozzarella. Poi, nell'ultimo giorno – conclude il racconto – il gruppo fa un'escursione sulle montagne del Parco Nazionale del Pollino e Laura Barbieri porta a tutti la pasta al forno da divorare nel bosco".