Cosenza
 

Manifestazione dei tirocinanti, Andrea Falbo: "Massima solidarietà. Svolgono lavoro fondamentale per aziende ed enti pubblici"

"Esprimo ancora una volta, in qualità di delegato alle Strategie Attive per il Lavoro del Comune di Cosenza, massima solidarietà e sostegno ai circa 7000 tirocinanti calabresi, dei quali una rappresentanza si recherà a Roma per tenere una manifestazione pubblica al fine di richiamare al loro dovere tutte le Istituzioni". È quanto affermato da Andrea Falbo Consigliere Comunale con delega alle Strategie Attive per il Lavoro del Comune di Cosenza.

"Gli altri - continua - si assenteranno dagli enti presso cui svolgono il tirocinio per una forma di protesta silenziosa. Donne e uomini, lavoratrici e lavoratori a tutti gli effetti che, nonostante non intravedano l'apertura di un dibattito proficuo, da tanti anni svolgono un ruolo fondamentale negli enti pubblici e nelle aziende private. Da amministratore ho potuto constatare le conoscenze e competenze acquisite in questi anni e poste al servizio della cittadinanza, ancor di più in un periodo nel quale il personale interno scarseggia e le difficoltà sono enormi".

"Sottolineo l'enorme contributo in tempo di pandemia e perfino in zona rossa, dove, nonostante le scarse tutele e una retribuzione davvero minima, i tirocinanti sono sempre presenti e in trincea. Spero vivamente che il grido di allarme e di dolore di migliaia e migliaia di calabresi venga una volta per tutte accolto dal governo centrale e a cascata, attraverso l'interlocuzione di tutti gli attori istituzionali coinvolti, si avvii una strategia ed una programmazione in grado di dare risposte serie e concrete. L'occasione perfetta potrebbe arrivare nelle prossime settimane grazie alle ingenti risorse finanziarie che pioveranno (o almeno si spera e comunque si deve pretendere) in Calabria e che, se utilizzate in maniera equa e coerente agli obiettivi preposti, possono finalmente garantire ai nostri 'tirocinanti' la dignità e il rispetto che meritano".