Cosenza
 

Emergenza all'Annunziata di Cosenza, De Caprio (FI): "Cittadini meritano risposte e soluzioni"

"I cittadini meritano risposte chiare e soluzioni celeri alle loro esigenze sanitarie". Tuona il capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale, Antonio De Caprio, presidente della commissione anti 'Ndrangheta, all'indomani delle notizie, apprese dalla stampa, circa l'emergenza che sta vivendo l'ospedale dell'Annunziata di Cosenza.

Oggi, in sede di seduta dell'antimafia, ho sollevato la drammatica realtà che vive in queste ore il presidio ospedaliero Bruzio. Tutto ciò, credo sia frutto anche della cattiva gestione della campagna di somministrazione dei vaccini. Siamo nel pieno di un corto circuito. Bisogna capire cosa sta accadendo. Non si può andare avanti così. Medici, infermieri e paramedici stanno svolgendo un lavoro estenuante che merita di essere sostenuto. Ci ritroviamo, in piena terza ondata, in una situazione insostenibile. L'ospedale da campo è diventato centro vaccinale, i reparti sono in saturazione, continuano le file delle ambulanze fuori dal pronto soccorso del nosocomio cosentino. La salute dei cittadini va tutelata sia se si è affetti da Covid, che se si soffre di altre patologie cliniche. Non è accettabile che un consigliere regionale debba essere messo al corrente, tramite gli organi di stampa o quant'altro, rispetto a queste situazioni assurde che si verificano all'interno dell'hub ospedaliero, piuttosto che negli spoke della provincia cosentina ".

Il mio intento – ha continuato De Caprio - non è quello di creare allarmismi. Anzi. L'esatto contrario. Desidero essere da supporto, nel limite delle mie competenze, per far si che questa emergenza venga circoscritta e che tutti i pazienti vengano curati. Credo sia, a questo punto, ancora più necessaria la velocizzazione della campagna di vaccinazione. Un lavoro a tappeto per arrivare, nel più breve tempo possibile, all'immunità di gregge. Ciò a cui stiamo assistendo da ore non deve più accadere. Non ce lo possiamo permettere. A tal fine, ho già espresso in sede di organismo consiliare, la volontà di convocare, a breve, insieme al presidente della commissione sanità, Sinibaldo Esposito, un simposio congiunto, dedicato all'emergenza sanitaria che stiamo vivendo. Continuo ad essere sempre a completa disposizione di chi, come me, vorrà dare un aiuto concreto per donare sollievo ai nostri concittadini".