Cosenza
 

Salvatore Magarò: "Il futuro di Cosenza è il futuro del Cosentino"

magaro-salvatoredi Salvatore Magarò* - Il futuro di Cosenza riguarda le cittadine e i cittadini della città capoluogo. Ma non solo loro.

Infatti è importante anche per i cittadini dei comuni dell'hinterland e per tutte le amministrazioni municipali dell'area urbana.

Le scelte che segneranno la Cosenza che verrà su temi della sanità, dei servizi sociali, dell'ambiente dei trasporti e della cultura non potranno non avere ripercussioni su tutti i comuni grandi e piccoli del Cosentino.

In questi anni, purtroppo, è mancata un' attenta politica di programmazione che individuasse le priorità e aggredisse le problematiche. E invece siamo stati tutti costretti a rincorrere le diverse emergenze (come per esempio quella dei rifiuti) senza avere la capacità di definire tutti insieme una soluzione definitiva.

Certo la responsabilità di molte scelte è sovracomunale, purtuttavia se tutti insieme noi sindaci avessimo definito una linea riformatrice, avremmo potuto ottenere risultati in termini di servizi migliori, più economici e più efficienti a vantaggio di tutti i nostri concittadini.

Ecco perché il dibattito in vista delle prossime elezioni deve coinvolgere non solo i candidati a Sindaco, quando saranno in campo, ma anche i Sindaci dell'area urbana.

Sul ruolo del futuro Sindaco di Cosenza, inoltre, voglio sottolineare un punto fondamentale.

È doveroso indicare un nome importante, un profilo che possa essere espressione di un certo modo di fare politica che, purtroppo, ultimamente si è perso.

Un nome e un progetto che possa esercitare una vera e propria leadership per questo nostro territorio. Insieme al prossimo sindaco di Cosenza potremo disegnare una strategia unitaria che riguardi lo sviluppo di questo nostro territorio e potremo anche esercitare una leadership collettiva e polifonica a livello provinciale e regionale.

Ecco che sarebbe fondamentale per Cosenza puntare su chi può coniugare un nome evocativo con la competenza dettata dall'esperienza amministrativa che consenta di intervenire in maniera decisa su ogni questione.

I prossimi cinque anni (anzi i prossimi dieci anni) saranno decisivi, saranno quelli, si spera, di una ripartenza reale e la città di Cosenza dovrà avere una guida sicura e autorevole. Nell'interesse dei cosentini e di tutti i cittadini dell'area urbana.

*Sindaco di Castiglione Cosentino