Cosenza
 

Cosenza, in Consiglio provinciale entra Fausto Sposato

La problematica sanitaria nella nostra Regione irrompe in Consiglio Provinciale, con le parole del Presidente Iacucci che ricorda come si stia affrontando la vicenda pandemica che vede «la Calabria ancora in piena emergenza: nonostante l'indice di contagio Rt sia sceso continuiamo a scontare le ormai ataviche carenze sanitarie delle nostre strutture. La sanità calabrese è priva di una regia e di un piano strategico serio, non solo in riferimento all'emergenza Covid e il fatto che la Regione non abbia istituito l'apposita Commissione tecnico-istituzionale è un limite».

Viene letta in Aula la comunicazione del Consigliere Graziano Di Natale, che nel richiamare il proprio impegno politico alla Provincia svolto con grande spirito di servizio e attaccamento al territorio, motiva la propria scelta delle dimissioni proprio per dare spazio al dottor Fausto Sposato, Presidente dell'Ordine degli Infermieri e a ciò che rappresenta in questo difficile momento.

Si procede dunque alla surroga del consigliere Di Natale, dimissionario, con il consigliere di Acri, Fausto Sposato. Nel ringraziare Di Natale per il ruolo svolto in questi anni, il Presidente Iacucci ha dato il benvenuto al neoconsigliere, rappresentante di un territorio importante, simbolo delle aree interne della nostra provincia che meritano maggiore attenzione.

Anche i Consiglieri Cennamo ed Oliva hanno rimarcato il loro ringraziamento per l'ottimo contributo di Di Natale come consigliere provinciale e augurato buon lavoro al neo Consigliere Sposato.

Fausto Sposato ha parlato di «un momento di crisi importante, con l'Hub di Cosenza in grande sofferenza, che richiede scelte coraggiose e manager calabresi capaci».

Il consigliere Aceto ha detto di «un ruolo importante della Provincia di Cosenza, che deve offrire il proprio contributo in questo momento difficile soprattutto sostenendo il personale medico e paramedico». Per Cuzzocrea è «fondamentale approcciare la tematica della sanità ponendo il problema del nuovo Ospedale per la salvaguardia della salute e della dignità dei cittadini; fondamentale creare il giusto equilibrio fra sanità pubblica e privata». Infine, il Consigliere Ramundo si è detto «preoccupato del fatto che, nonostante la recente azione forte dei Sindaci, le risposte del Governo tardino ad arrivare; necessario forse promuovere azioni ancora più forti, nell'interesse dei nostri territori».

La relazione sulla salvaguardia degli equilibri di Bilancio e sul Bilancio consolidato 2019 è stata quindi svolta dal Dirigente del Settore Bilancio e programmazione, dott. Bonaventura Zumpano. Il dirigente ha dato atto al Consiglio della permanenza degli equilibri di bilancio e delle variazioni apportate, oltre che non risultano nuovi debiti fuori bilancio in corso di esercizio e che lo stesso bilancio è coerente con gli obiettivi di finanza pubblica.