Cosenza
 

Punto nascita dell'ospedale di Cetraro, De Caprio: "Avviata la procedura per i lavori di messa a norma. Una risposta chiara ai bisogni dei cittadini dell'Alto Tirreno Cosentino"

«L'Azienda sanitaria di Cosenza ha deliberato l'avvio della procedura per i lavori di messa a norma del Punto nascita dell'ospedale di Cetraro, che era stato attenzionato dagli ispettori ministeriali e sul quale erano emerse alcune criticità». A darne notizia, visibilmente soddisfatto, è il consigliere regionale Antonio De Caprio, il quale spiega come sia giunto ad un punto di svolta il lavoro portato avanti negli ultimi mesi di concerto, oltre che con la struttura commissariale, soprattutto con il compianto presidente Jole Santelli, che alla vicenda teneva particolarmente.

«Questi lavori - aggiunge De Caprio - permetteranno di superare le criticità che erano state evidenziate dagli ispettori. Permetteranno soprattutto - rimarca il consigliere regionale - di rendere nuovamente operativo un reparto del nosocomio di fondamentale importanza per tutta l'area dell'Alto Tirreno Cosentino. Oggi posso affermare, con un pizzico di orgoglio, che giunge a conclusione la prima fase di un lavoro politico-istituzionale fatto di impegno e dialogo. Di promesse fatte e mantenute».

Nei mesi scorsi, infatti, De Caprio si era interessato personalmente alla risoluzione della problematica che oggi trova una prima risposta nella delibera del commissario dell'Asp di Cosenza.

«Ringrazio la dottoressa Bettelini e quanti hanno contribuito a portare avanti le istanze di questo splendido e difficile territorio. Purtroppo non possiamo dimenticare che la gestione della sanità in Calabria resta in capo ad una struttura commissariale centrale, che di fatto limita in maniera decisiva l'azione della Regione, che si trova quasi sempre con le mani legate. Ma malgrado ciò, e malgrado le strumentalizzazioni anche di qualche esponente politico nazionale, il nostro impegno prosegue su questo ed altri fronti di vitale importanza per le comunità che mi sento di rappresentare, perché la salute dei cittadini - conclude Antonio De Caprio - resta sempre in cima alla nostra agenda politica».