Cosenza
 

+++++Ultim'ora+++++  Il Governo allenta le restrizioni: la Calabria è "zona arancione". 

Finalmente il commissario alla Sanità calabrese: è Guido Longo. E' stato questore a Reggio Calabria e prefetto a Vibo Valentia

Coronavirus a Rende, l'appello alla prudenza del sindaco Manna

"Proprio ora che i contagi iniziano ad aumentare dobbiamo limitare al massimo spostamenti e contatti, utilizzare anche all'aperto i dispositivi personali di sicurezza affinché non si disperdano tutti i sacrifici fatti sino adesso e si possa scongiurare un altro lockdown". Ad appellarsi al buonsenso dei propri cittadini il sindaco di Rende Marcello Manna che ha voluto sottolineare come: "non sia pensabile oggi il blocco totale delle attività economiche che porterebbe ad un inevitabile default dal quale non riusciremmo più a risollevarci".
"Mi rivolgo soprattutto ai giovani: serve mantenere alto il senso di responsabilità verso sé stessi, i nostri cari e la nostra comunità. Serve sacrificare adesso un po' dei momenti di socialità per evitare di doverci rinunciare totalmente", ha proseguito il primo cittadino rilevando anche: "quanto sia importante oggi che gli operatori del commercio lavorino anche in vista del prossimo periodo natalizio. Far sì che vengano rispettate da parte della propria clientiela le norme di distanziamento sociale e comportamenti consoni significa costruire le basi per risollevare un settore già duramente fiaccato nei mesi di chiusura forzata".
Manna ha poi sottolineato come: "sia necessario da parte di tutti adeguarsi a quanto disposto a livello nazionale dal DPCM e, a livello regionale dal decreto Spirlì. Comportarsi ed agire seguendo queste regole: dipende tutto dai nostri comportamenti. Solo noi possiamo abbassare l'onda dei contagi".


Intanto da lunedì scorso è iniziata la campagna di vaccinazione antinfluenzale e il comune di Rende ha messo a disposizione dei medici di famiglia alcuni locali della sede COM di piazza Matteotti: "Una scelta di ordine prudenziale per prevenire eventuali contagi. Ci aspettano tempi difficili, ma, rispetto a quanto passato, abbiamo dalla nostra l'esperienza e la maturità necessarie ad affrontare in maniera capillare l'emergenza sanitaria in atto. Vaccinarsi è atto di responsabilità e tutela verso sé stessi e verso chi ci è vicino", ha proseguito il primo cittadino.
Infine, il sindaco, dopo aver evidenziato come: "prosegua senza sosta il lavoro sinergico tra il nostro comando di polizia municipale, la prefettura e le altre forze dell'ordine presenti sul nostro territorio che stanno eseguendo in questi giorni controlli capillari, ha dichiarato: "in questa fase delicata è necessario l'impegno di ognuno di noi. Quello vissuto ci ha reso consapevoli della serietà dell'attuale situazione sanitaria e di quanto siano importanti, ancor prima delle norme, i comportamenti responsabili da parte di ciascuno di noi".