Cosenza
 

Il comitato ‘Acqua per Tutti Rossano’: “Sorical non può dare lezioni”

"Abbiamo letto con attenzione la nota stampa che Sorical ha deciso di far pervenire ai media della nostra città in risposta alla nostra audizione presso la Commissione Statuto dei giorni scorsi. Un'audizione in cui la nostra portavoce Salatino auspicava un sistema di gestione dell'acqua pubblico e partecipato molto lontano dall'esperienza che questa regione ha con Sorical ormai da anni. Innanzitutto ringraziamo per l'attenzione accordataci: non era mai capitato che la società, in liquidazione ormai da anni, si accorgesse di noi e ci chiediamo quali mani solerti abbiano fatto arrivare il nostro comunicato sin nelle stanze di un ente così importante e famoso. Poi, e ci perdoneranno i signori di Sorical, non abbiamo potuto fare a meno di sorridere per il contenuto con la chiosa finale in cui addirittura si arriva a far ricadere il problema sui cambiamenti climatici. Cambiamenti che, per inciso, devono essere contrastati dalle istituzioni.

"E' ovvio che si tratti di una replica livorosa nei confronti di un comitato come il nostro, accusato di demagogia, che ha sempre e solo effettuato azioni concrete senza nessuna rendita di posizione oppure ottenimento di alcunché. E soprassediamo sulle accuse strampalate su regolamenti e funzionamenti, dato che non si è mai parlato di questo nell'intervento in Commissione. Si è voluto rispondere, probabilmente su suggerimento di qualcuno che però era troppo distratto per ricordare cosa si è detto in quel frangente e ha indotto il redattore della replica di Sorical all'errore.

Ma già che ci siamo due parole le possiamo spendere. Della gestione comunale del servizio idrico ci occupiamo quotidianamente e abbiamo denunciato nel 2018 alla Procura della Repubblica quello che non funziona, ma se proprio volessimo andare a vedere l'efficienza del gestore regionale potremmo rilevare come da gennaio 2020 a oggi, e vogliamo essere veloci occupandoci solo del passato recentissimo, ci siano state più di 20 interruzioni di fornitura idrica dovuti a guasti sulla rete Sorical che hanno lasciato senz'acqua per periodi più o meno lunghi diverse zone della città. Ma potremmo spaziare sulla questione Alaco, su quello che è accaduto a Catanzaro, sulle querelle che quotidianamente nascono fra enti locali e gestore regionale. Ci limitiamo a ricordare che questa rete non funzionante è frutto di mancati investimenti nonostante i finanziamenti regionali e le tariffe, che la Corte dei Conti ha definito illegittime con la deliberazione 388 del 2010. Dunque lezioni, ci perdonino a Sorical, non ne prendiamo e anzi le rispediamo al mittente".

E' quanto si legge in una nota del Comitato Acqua per Tutti Rossano.