Cosenza
 

Comunali a Castrovillari, Piazza Dem: “Serve fronte progressista Pd-M5S per battere la destra”

"Piazza Dem Castrovillari, con i suoi dirigenti regionali e nazionali PD, i suoi iscritti PD, i suoi associati, ha lealmente sostenuto, senza mai flettere davanti anche a giuste spinte interne alla associazione, all'interno dei direttivi e delle assemblee del Partito Democratico locale, la opportunità a battersi affinché, il Municipio vedesse protagonista il Partito Democratico, e, la nostra Città non venisse consegnata alla destra, quella che governa la regione Calabria, attraverso però un percorso democratico di confronto e condivisione con le forze movimentiste, associative della Città.

Posto ciò, precisato che in questi lunghi mesi di confronto con i cittadini elettori, in preparazione delle imminenti amministrative del 20 e 21 settembre 2020, ci siamo adoperati affinché si coalizzasse un forte fronte democratico, partiti, movimenti ed associazioni a verbo progressista, capace di battere una destra forte soprattutto della attuale gestione regionale che attira quotidianamente il bisogno che è tristemente aumentato dopo il lockdown, senza risolverlo per continuare ad utilizzarlo.

E' venuta subito fuori, chiara, una difficoltà dell'area progressista, addirittura, a sedersi ad un tavolo comune per avviare un confronto, ritenendo non percorribile un cammino comune, intendendo la giusta proposta PD non migliorabile, non percorribile e non modificabile. Il comportamento della nostra associazione è responsabile e leale, perchè portatrice della linea nazionale del Segretario Nicola Zingaretti, e quindi consapevole che a battere questa destra può essere solo un fronte progressista unito, assumendo il ruolo di facilitatori, per il bene della Città.

Oggi, il primo grande risultato nazionale, la espressione democratica della Piattaforma Rousseau, l'apertura confermata anche da note congiunte diffusa da Pd e M5S, nonché le espressioni dei leader nazionali per il semaforo verde al fare coalizioni a livello territoriale, se possibile anche insieme ad altre liste civiche o realtà progressiste e riformiste critiche.

"Si tratta niente di più e niente di meno di quello già fatto al Governo centrale, niente più niente meno, ciò che Piazza Dem sta offrendo da mesi quale percorso politico, sia internamente al circolo PD locale, che tra l'altro deve con urgenza trovare la Unità interna anche con le Parti critiche rimaste fuori in attesa, sia verso il Meetup castrovillarese che deve superare alcuni preconcetti, per il bene della Città, senza subire la rivoluzione ma facendola insieme.

Ora attendiamo sviluppi, non ci fermiamo nel credere, lavorandoci a tutti i livelli, anche in queste ore afose, dichiarando da queste pagine che le due realtà "devono" sotterrare l'ascia di guerra perché ci sono le condizioni programmatiche e politiche per trovare i motivi che ci uniscono, superando, con abnegazione e coraggio, i motivi del contendere, offrendo all'elettorato cittadino il punto di riferimento che in questa tornata non trovano in nessuna delle proposte tradizionali, occorre rivoluzionare la staticità della elefantiaca evoluzione elettorale amministrativa a Castrovillari. La domanda: abbiamo insieme il coraggio?

Attendiamo, le prossime ore ed i prossimi giorni, messaggi, segnali ed azioni politiche concrete, adeguate al momento di bisogno che vive la città che non può, per questo, affidarsi alla destra".

E' quanto si legge in una nota di Pasquale Saladino per il direttivo Piazza Dem Castrovillari.