Cosenza
 

Associazione Laghi di Sibari, l'Assemblea approva il bilancio: certificati conti ordine ed accelerazione nel recupero delle morosità

Conti in ordine, accelerazione nel recupero delle morosità, buona situazione di cassa. Soprattutto, sguardo puntato al futuro, per garantire la navigabilità del canale per tutto l'anno.

L'assemblea dei soci dell'associazione "Laghi di Sibari", l'ente di gestione delle parti comuni del centro nautico sibarita, ha dato il via libera al Consuntivo 2019 ed al Preventivo 2020, illustrati dal presidente Luigi Guaragna, presenti il sindaco di Cassano, Gianni Papasso, e l'assessore regionale all'agricoltura, Gianluca Gallo. In particolare, i documenti contabili, adottati col voto unanime degli aventi diritto al voto presenti ai lavori, fotografano la situazione finanziaria dell'ente, sancendo il rispetto degli obiettivi prefissati.

Da segnalare, in particolare, l'ulteriore miglioramento della situazione debitoria: 57.000 euro in meno rispetto ai 200.000 del 2018, quando già si era registrato un sensibile calo. Il tutto nel rispetto delle norme e pagamenti in fatto di Tfr e accantonamenti destinati al fondo di riserva. Quasi invariate anche le spese, ferme sotto il milione nonostante il moltiplicarsi dei servizi garantiti, e saldo con le entrate sempre in attivo, grazie ad una stretta delle morosità, che nel corso del 2019 ha consentito di riportare in cassa circa 160.000 euro. «Negli ultimi mesi», ha evidenziato il numero uno di AssoLaghi nella sua relazione, «abbiamo implementato o potenziato la gamma dei servizi a disposizione degli associati, praticamente a costi invariati: sono stati eseguiti interventi di manutenzione straordinaria del potabilizzatore, è proseguita la manutenzione delle aree verdi e dopo anni di vuoto si è programmato un cartellone eventi dignitoso e apprezzato, pur tra le difficoltà indotte dall'emergenza sanitaria e dall'esistenza di spazi di morosità ancora ampi, specie da parte di grandi gruppi imprenditoriali, nei confronti dei quali sono comunque in corso azioni di recupero». A seguire, Guaragna ha acceso i riflettori sulle vicende del canale Stombi. «Grazie all'impegno dell'oggi assessore regionale Gallo», ha ricordato il presidente di AssoLaghi, «lo Stombi è stato dapprima giuridicamente riconosciuto quale canale navigabile, per poi divenire oggetto di un finanziamento da 100.000 euro annui, finalizzato a garantirne la navigabilità. Qualche settimana fa lo stesso Gallo ed il presidente della giunta regionale Iole Santelli, ponendo rimedio a clamorose e nefaste scelte del passato, hanno riconosciuto il ruolo dei Laghi all'interno della rete portuale calabrese, aprendo la via ad interventi strutturali indispensabili e sin qui negati». Ha aggiunto Guaragna: «Tutto questo è il segno chiaro di un percorso nuovo, che siamo impegnati a scrivere con l'inchiostro della concertazione con la Regione e col Comune di Cassano. Con quest'ultimo abbiamo siglato una convenzione e stretto rapporti istituzionali che stanno dando buoni frutti, tra i quali l'imminente entrata in funzione della benna dragante che potrebbe finalmente garantire la costante manutenzione del canale, scongiurandone l'insabbiamento. È ciò che serve per il rilancio: continueremo su questa strada».