Catanzaro
 

Università Magna Graecia, 'Cambiavento': "Dalla Regione zero per le borse di studio agli specializzandi"

"La Regione ignora gli specializzandi di medicina e le risorse stanziate per le borse di studio sono pari a zero. Sembra incredibile ma questa è la verità ed è una verità assai amara. Mentre in altre Regioni il capitale umano più giovane è tenuto nella massima considerazione, in Calabria si continua a vivere di retorica vuota, senza costrutto e priva di conseguenze concrete. Le altre Regioni si adoperano per integrare con fondi propri gli stanziamenti statali, cercano di essere attrattive il più possibile, investono in formazione; la Calabria, al contrario, non è in grado dare qualità alla spesa e sceglie di ignorare del tutto un tema la cui centralità non è poi così difficile da comprendere.

"Non è dato sapere quali siano le ragioni di tale scelta, sempre ammesso che ve ne possano essere di fondate. L'unico dato che appare incontrovertibile è, appunto, la retorica sulle intelligenze che se ne vanno, il pianto greco sull'emorragia di giovani che, quasi sempre senza rimpianto, decidono di recidere i legami con una terra di origine che dimostra di non avere attenzione nei loro riguardi.

Sarebbe il caso di conoscerle, però, le ragioni di quella scelta. Se non altro per farsene una ragione, dopo essersi rassegnati alla sua ineluttabilità. Così come sarebbe il caso di sapere che fine hanno fatto tutti quelli che a Catanzaro, sul fronte del centrodestra, si sono stracciati le vesti denunciando la spoliazione della facoltà di Medicina dell'UMG a tutto vantaggio dell'UNICAL. Dove sono, ora, i difensori d'ufficio del Capoluogo? Il loro schieramento di appartenenza governa da quasi un biennio la Regione; sono in grado o no di compiere un gesto politico concreto per chiedere conto di quanto avvenuto ed eventualmente porvi rimedio? Sono in grado di farlo o continueranno semplicemente a sostenere senza tentennamenti o indugio la corsa di Roberto Occhiuto alle prossime elezioni?".

E' quanto si legge in una nota stampa del gruppo consiliare 'Cambiavento' di Catanzaro.