Catanzaro
 

Villette abusive a Caminia di Stalettì: 70 indagati

staletti caminia villetteUn tratto di spiaggia suggestivo, ma invaso da 71 villette risultate abusive e per le quali la Procura di Catanzaro ha chiuso le indagini notificando, attraverso i Carabinieri, il provvedimento a 70 persone indagate, risultate proprietarie degli immobili costruite davanti la spiaggia di località Panajia, a Caminia di Stalettì, una delle zone più belle della costa ionica del Catanzarese. La notizia, riportata stamani dalla "Gazzetta del Sud" è stata confermata all'AGI da fonti investigative.

La Procura ha individuato ben 122 capi di imputazione nei confronti degli indagati, avviando nei giorni scorsi le demolizioni delle opere abusive. Dieci le villette rase al suolo per restituire l'area demaniale allo Stato. Parti offese nel procedimento, infatti, risultano l'Agenzia del demanio e il Comune di Stalettì che, dopo la demolizione completa delle strutture, potrà avviare un progetto di recupero dell'area.

Tra i reati contestati anche quello di avere occupato una superficie demaniale marittima sottoposta a vincolo paesaggistico realizzando immobili in muratura senza avere alcuna concessione e in questo modo traendone profitto. Nel lungo elenco di indagati risultano i proprietari degli immobili residenti in diversi comuni della Calabria, ma anche fuori regione. Sarebbero stati loro a violare, come contestato dalla Procura, anche la proprietà privata invadendo i terreni con le costruzioni abusive che per anni hanno permesso di trascorrere vacanze di fronte al mare, ma che ora saranno tutte demolite man mano che i provvedimenti di confisca diventeranno esecutivi.