Calcio
 

Montalto nella storia della Reggina: il Tagliagole "sgozza" il Cosenza, agganciato il Pisa in testa

montaltocosenzadi Paolo Ficara – Se la cabala non fosse un'opinione. La Reggina vince a Cosenza, un risultato indimenticabile anche se in una partita tiratissima e con zero spazio per lo spettacolo. Un acuto di Montalto al 55' indirizza l'anticipo del 12° turno della Serie B, con gli amaranto che sbancano il San Vito – Marulla grazie ad un sinistro dal limite del Tagliagole.

LE SCELTE – Aglietti deve rinunciare a Rivas, non convocato per problemi fisici, e rivoluziona la batteria offensiva con l'inserimento di Liotti e Montalto dal primo minuto. Dietro si rivede Lakicevic, mentre a centrocampo Bianchi vince il ballottaggio con Hetemaj. Resta 3-5-2 Zaffaroni, che propone Venturi centrale sinistro viste le indisponibilità di Vaisanen e Tiritiello in difesa.

C'ERA UN RIGORE – Montalto appare il più ispirato tra i suoi, sfiorando il gol con un'incornata in tuffo. La gara non decolla mai d'intensità, né per occasioni né tantomeno per agonismo. Pochi contrasti, anche se uno di questi poteva e doveva essere sanzionato con la massima punizione: la maglia di Galabinov si allunga in area, ma l'arbitro non ritiene nemmeno necessario andare al var. Cosenza pericoloso due volte con la seconda punta Caso.

MONTALTO SGOZZA I LUPI – La giocata decisiva arriva in apertura di ripresa, dopo un avvio abbastanza intraprendente dei padroni di casa. Bianchi lavora un buon pallone e lo serve a Montalto: i centrali silani non stringono la marcatura sul Tagliagole, che dal limite si coordina col sinistro e la mette vicino al sette alla destra di Vigorito. Un gol meraviglioso, che entra nella storia dei derby tra Cosenza e Reggina al pari delle prodezze di Camozzi, Possanzini, Firmani e Bogdani. Una pressoché inesistente formazione rossoblu proverà solo nel finale a gettare qualche palla in avanti, ma nel frattempo è il fresco Cortinovis ad andare vicino allo 0-2.

VITTORIA STORICA – Ogni volta che la Reggina si è imposta in territorio bruzio, ha poi centrato la promozione: è successo in C nel '65, poi in B nel '99 e nella stagione 2001-02. Siamo ancora a novembre, ma il successo consente agli uomini di un impeccabile Alfredo Aglietti di agganciare il Pisa a quota 22 punti al primo posto della classifica. I toscani saranno impegnati domani con il Cittadella, corsaro lunedì scorso proprio a Reggio. Terzo clean sheet in quattro match per Turati. Maledetta sosta che ci allunga l'attesa per il prossimo impegno interno con la Cremonese, altra formazione che ci ricorda una bella battaglia, in programma domenica 21 novembre.

COSENZA – REGGINA 0-1

Rete: 55' Montalto

Cosenza (3-5-2): Vigorito; Pirrello, Rigione, Venturi; Situm (85' Sy), Carraro, Palmiero (76' Gerbo), Florenzi (69' Millico), Corsi (85' Kristoffersen); Caso, Gori (76' Pandolfi). A disposizione: Saracco, Matosevic, Panico, Vallocchia, Minelli, Sueva. Allenatore: Zaffaroni

Reggina (4-4-2): Turati; Lakicevic, Cionek, Stavropoulos, Di Chiara; Bellomo (80' Ricci), Bianchi (69' Hetemaj), Crisetig, Liotti (69' Laribi); Montalto (62' Cortinovis), Galabinov (81' Tumminello). A disposizione: Micai, Loiacono, Amione, Regini, Adjapong, Denis, Ménez. Allenatore: Aglietti.

Arbitro: Di Martino di Teramo

Ammoniti: Liotti, Bianchi, Situm, Cortinovis, Hetemaj, Di Chiara