Calcio
 

Reggina, si spalancano le porte della B. Ma per l'ufficialità serve il consiglio federale

Non-dire-gatto-1280x640Non dire gatto se non l'hai nel sacco. Si è conclusa da pochi minuti l'assemblea in videoconferenza dei 60 club di Lega Pro. Ratificata la proposta (quindi non decisione... proposta) di sospensione del campionato, promozione in B delle tre capoliste Reggina, Monza e Vicenza più la migliore seconda. In alternativa, la quarta promossa potrebbe scaturire da un regolare playoff disputato sul campo (ma quando? E perché il playoff si potrebbe disputare mentre la restante parte di campionato no?).

Per lo stop al campionato: 52 favorevoli, 5 astenuti, 2 contrari. Blocco retrocessioni: 52 favorevoli, 5 astenuti 2 contrari. Promozione delle prime tre: 53 favorevoli, 4 contrari, 2 astenuti. Blocco ripescaggi: 56 favorevoli, 1 contrario, 2 astenuti. Per la quarta promossa: 23 favorevoli al criterio dei meriti sportivi, 16 favorevoli a giocare i play-off, 3 contrari 17 astenuti.

L'unico organo preposto a decidere in tal senso è il consiglio federale, la cui riunione inizialmente prevista per venerdì 8 maggio è stata rimandata a data da destinarsi (15 maggio?).

Un paio di anni fa, per intenderci, la Lega Pro indicò le formazioni da ripescare in cadetteria e c'è anche chi festeggiò in anticipo. Salvo poi trovare le porte chiuse da parte di Mauro Balata, vertice della Lega Serie B. In buona sostanza: se i tifosi della Reggina si sentono già promossi, tale sensazione non matura certo oggi ma scaturisce da una sorta di buon senso che detterà al governo del calcio determinate decisioni.

L'ufficialità è un'altra cosa. Non dire gatto se non l'hai nel sacco, soleva dire Giovanni Trapattoni. Uno che poi, il gatto se lo portava a casa.

p.f.