“L'arte di non sapere, che non dev'essere confusa con l'ignoranza, perchè gli ignoranti non sono responsabili della loro triste condizione, nasce da un'idea autolatra ed egocentrica del mondo e della società” - Luis Sepúlveda
HomeCalabriaCatanzaroAmbiente, 6 vasche contenimento acque sequestrate nel Catanzarese

Ambiente, 6 vasche contenimento acque sequestrate nel Catanzarese

I militari della stazione Carabinieri forestale di Lamezia Terme (Cz) e della stazione Carabinieri di Platania (Cz) hanno eseguito un provvedimento di sequestro preventivo, emesso del Gip presso il Tribunale di Lamezia Terme su richiesta della locale Procura della Repubblica, di sei vasche di contenimento di acque reflue provenienti dalla condotta fognaria del Comune di Platania, ubicate nelle località Mercuri-Tedesco e Campo Chiesa.

Alcune persone risulterebbero indagate. Il provvedimento, richiesto dalla Procura di Lamezia Terme ed emesso dal Gip, fa seguito a indagini dei militari operanti dalla quale era emerso che i reflui, provenienti dalle condotte fognarie comunali, confluivano nelle vasche sequestrate, non idonee al contenimento, sversandosi nel suolo in un bosco soggetto a vincolo paesaggistico ed idrogeologico, con conseguente possibile inquinamento del suolo e delle acque confluenti nei torrenti Piazza e S. Ippolito e ricadenti nel bacino del fiume Amato che sfocia nel mar Tirreno. In particolare, sarebbero state riscontrate diverse anomalie ed inefficienze oltre che delle vasche di raccolta dei reflui, anche delle condotte fognarie e delle condotte di allontanamento, reiterati nel tempo, tali da consentire ripetuti sversamenti di reflui urbani non depurati misti a rifiuti speciali, confermati anche dagli esiti delle analisi su campioni prelevati. In esecuzione del provvedimento del Gip, le vasche e le condotte coinvolte sono state sequestrate per le ipotesi di smaltimento illecito dei rifiuti.

Articoli Correlati