Maltempo in Calabria e Sicilia, l’allarma dell’AIDAA: “Migliaia di randagi a rischio annegamento”

Il maltempo continua a flagellare la Calabria e la Sicilia. Da diversi giorni piove a dirotto specialmente sulle zone del catanese in Sicilia e in tutta la Calabria dove stanno esondando anche diversi fiumi, e purtroppo pare che nemmeno nella giornata di domani e condizioni atmosferiche siano destinate e sensibili miglioramenti. Una situazione che oltre a migliaia di persone mette a rischio anche la vita di migliaia di cani e gatti randagi che nelle due regioni raggiungono complessivamente le 150.000 unità stimate (compresi sia i cani che i gatti).

Per questo motivo l'Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente lancia l'allarme: "Il rischio che migliaia di animali selvatici e cani e gatti randagi in questi giorni di maltempo in Calabria e Sicilia possano perdere la vita è alto, non abbiamo al momento notizie certe ma specialmente per i randagi che vivono in branchi sulle montagne ci sono rischi notevoli per la loro incolumità. Passati questi giorni faremo la conta- conclude la nota AIDAA- ma è indispensabile avviare una seria campagna di sterilizzazione per ridurre significativamente il numero di randagi presenti nelle due regioni sottoposti già da tempo a un altro pericolo di massacro: quello della diffusione di bocconi avvelenati in maniera sconsiderata e criminale".