Regionali, Tangari (PSI): “Mobilità e digitalizzazione due elementi chiave della ripresa”

"In queste settimane si sta disegnando una regione che sappia correre verso le sfide del prossimo futuro anche se, spesso, vengono a mancare nella trattazione del tema due aspetti fondamentali. Il primo fa riferimento alle modalità di movimento delle persone che ad oggi, come confermato anche dall'ISTAT, avviene nella maggior parte dei casi attraverso il mezzo privato. Se focalizziamo l'attenzione agli spostamenti per studio o lavoro, nel primo caso circa il 48% (contro una media Italia del 31,5%) nel secondo 82% circa (contro una media Italia del 72%).

"E' evidente che un ambito come la mobilità sia fondamentale affinché possa essere traguardato l'obiettivo della ripresa, sia per le opportunità dell'intero indotto sia per la sostenibilità ambientale che dovrà accompagnarci nel futuro. Al netto di particolari caratteristiche dei territori, dobbiamo assolutamente comprendere i fenomeni che portano le persone a dover utilizzare i mezzi privati, ripensando non solo ad un sistema di mobilità che possa rispondere meglio all'esigenze dei cittadini, ma alla necessità di ripensare al decentramento ed al presidio di servizi in maniera più capillare, oltre che intervenire sul secondo aspetto che finora non è stato considerato. Si parla, in questo caso, di accesso ed utilizzo della rete e delle possibilità ad esse connesse.

Attualmente solo il 67% delle famiglie accede alla rete, di cui più di un terzo con connessione mobile e 3G; più della metà del 33% delle famiglie che non dispongono di alcuna connessione, non accedono alla rete in quanto non sono capaci di usarla.

La rete offre delle opportunità importanti, tanto per la diffusione di informazione quanto per la conoscenza, ma anche per poter accedere a servizi e/o opportunità che la stessa mette a disposizione.

E' anche questo un elemento che può e deve essere considerato nel momento in cui si ha un piano strategico perché, se da un lato una maggiore diffusione dell'uso della rete garantirebbe un soddisfacimento maggiore in termini di digitalizzazione dei servizi, dall'altro potrebbe incidere positivamente anche sulla riduzione dei movimenti delle persone che non saranno più costrette a doversi recare dalla propria residenza ad un altro luogo per accedere ad uffici pubblici, svincolando dunque lo spostamento dalla necessità.

Ne consegue che per poter agire su questo elemento sarà necessaria un'azione forte di formazione, da attuarsi anche grazie alla collaborazione di tutte quelle realtà territoriali competenti e capaci, affinché questo divario possa essere colmato.

Riusciremo a vincere questa sfida se sotto ogni ambito guarderemo alle nostre spalle e comprenderemo quanto sia importante non dimenticare gli ultimi, i penultimi, i terz'ultimi e chi manifesta delle difficoltà e finora è rimasto inascoltato. Lo faremo con Amalia Bruni Presidente".

Così, in una nota, Serafino Tangari, candidato al Consiglio regionale della Calabria con la lista del PSI.