Regionali, De Magistris: "Finalmente dal 3 ottobre restituiremo dignità al popolo calabrese"

Finalmente il 3 ottobre si vota, perché la Regione a guida Spirlì ogni giorno che passa è sempre più un disastro per le calabresi e i calabresi. Interi Comuni e territori senz'acqua, rifiuti ovunque, senza un piano e una strategia, se non quella di considerare Crotone la discarica dove interrare i rifiuti che si ammassano nelle strade delle città. Campagne e boschi che bruciano in assenza di qualsiasi piano adeguato di difesa del territorio, assenza di progettazione per i fondi del piano di resilienza e ripartenza, depuratori che non funzionano e intere zone costiere deturpate dall'inquinamento. Ma Spirlì e la sua squadra sono impegnati ad assumere portaborse e fare propaganda. Per non parlare poi dello scenario inquietante che emerge sempre di più dalle testimonianze nel processo Rinascita Scott che travolgono, tra gli altri, il coordinatore regionale di Forza Italia, il partito che esprime il candidato alla Regione Calabria. Emerge dal dibattimento nelle dichiarazioni di collaboratori di giustizia come la mafia si sia infilata nel trasversalismo affaristico tra centro sinistra e centro destra. Ci vogliono onestà e mani pulite. Non vediamo l'ora di governare per poter ridare subito dignità a una regione e ad un popolo che merita altro rispetto ad una politica che ha distrutto i diritti e pensato solo ai propri interessi.

Lo afferma Luigi de Magistris, candidato presidente alla Regione Calabria.