Ance Calabria, Perciaccante: "L'approvazione del prezzario regionale farà registrare ricadute positive"

"L'approvazione del prezzario regionale dei lavori pubblici da parte della Giunta regionale rappresenta un traguardo importante che finalmente, dopo oltre sei anni, pone la Calabria in linea con le altre regioni d'Italia e ristabilisce condizioni di mercato e di congruità dei costi per lavori, al netto della problematica legata al caro materiali di quest'ultimo periodo". È quanto ha affermato il Presidente di Ance Calabria, Giovan Battista Perciaccante commentando la relativa delibera di approvazione appena adottata dal Governo regionale.
"Un risultato determinante che non mancherà di far registrare importanti ricadute positive a vantaggio dell'intera filiera delle costruzioni - ha proseguito il presidente regionale dell'Ance - che è stato possibile conseguire grazie all'impegno determinato dell'assessore Domenica Catalfamo che nel giro di pochi mesi è riuscita a porre in essere e coordinare una serie di tavoli tecnici di confronto ed approfondimento tra esperti, in uno con una visione condivisa di trasparenza e rispetto dei ruoli".


"Si tratta di analisi e procedure necessarie e fondamentali per garantire i principi di legalità, correttezza delle procedure di affidamento dei lavori e libera concorrenza sul mercato degli appalti, temi che da sempre - ha aggiunto il presidente dei costruttori edili Perciaccante - assumono enorme rilevanza sociale ed a cui le aziende sane che rappresentiamo sono da sempre particolarmente sensibili".
Si tratta di una tappa fondamentale per intraprendere un percorso virtuoso finalizzato, non soltanto a dare risposta agli specifici interrogativi posti recentemente dall'ANAC, ma anche a sostenere la ripresa e la ripartenza di tutto il settore dell'edilizia.
"Una delibera - ha detto ancora Perciaccante - che si aggiunge ad un altro importante provvedimento licenziato dal Consiglio regionale nei giorni scorsi riguardante la proroga del Piano Casa Calabria, che consentirà di poter proseguire negli interventi di riqualificazione del patrimonio edilizio fino a tutto il 2022".
L'Ance Calabria esprime viva soddisfazione perché si va a consolidare e qualificare un importante strumento operativo e un significativo punto di riferimento non solo per gli operatori ed i professionisti del settore ma anche per i cittadini che vogliono accedere alle opportunità offerte dal superbonus del 110%.
"Da quest'anno, infatti, - ha concluso il presidente di Ance Calabria Perciaccante - il prezzario diventa anche per i soggetti privati uno degli strumenti per asseverare la congruità dei costi massimi per gli interventi previsti".