Servizio antincendio boschivo, Provazza: "Gli operatori della Calabria attendono di essere remunerati per il servizio svolto nel corso del 2020"

"Più volte d in diverse occasioni questa segreteria ha denunciato le carenze che incombono sulla questione AIB. Ogni anno i lavoratori dei Vigili del Fuoco devono combattere contro la propria amministrazione che, nonostante il regolare svolgimento del servizio di soccorso tecnico urgente in convenzione con la Regione Calabria, diventa latitante sui pagamenti. A oggi gli operatori VVF della Calabria attendono di essere remunerati per il servizio svolto nel corso del 2020".

A denunciarlo è Antonino Provazza, segretario Regionale UILPA VVF Calabria.

"Tale situazione - prosegue Provazza - oltre a creare il giusto malumore genera uno stato di prostrazione del personale, a causa del mancato rispetto dei propri diritti.

Ogni anno la storia si ripete e puntualmente siamo costretti, come parte sociale, a intraprendere dure lotte solo per veder riconosciute le giuste spettanze.

La nostra Organizzazione Sindacale, sempre attenta alle esigenze e alle problematiche dei lavoratori, nei giorni scorsi ha inviato una richiesta ufficiale

indirizzata al Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, al fine di raggiungere un accordo risolutivo sulla oramai annosa e iterativa questione, perché i lavoratori sono stanchi di essere surclassati da un'amministrazione inefficiente e incurante dei propri dipendenti, a tutela dei quali – conclude Provazza - siamo pronti a intraprendere nuove e dure battaglie che si inaspriranno in caso di risposte poco esaustive e non confacenti alle nostre richieste".