Ndrangheta, Faraone (Italia Viva): “Avvoltoi contro Cesa ma ora stralcio”

"Ricordate che a gennaio il segretario dell'Udc Lorenzo Cesa fu indagato e perquisito per associazione per delinquere aggravata dalla mafia? Sicuramente lo ricorderete, fu la prima notizia in tutti i giornali e telegiornali. Naturalmente politici di professione 'avvoltoi' si lanciarono addosso a Cesa chiedendone le dimissioni. Quello che non sapete è che ora la sua posizione è stata stralciata, sui quotidiani più importanti neanche una riga e in tv nemmeno l'ombra di un servizio".

Così il capogruppo di Italia viva al Senato, Davide Faraone, in merito allo stralcio della posizione del segretario nazionale dell'Udc Lorenzo Cesa nell'inchiesta Basso Profilo contro le cosche di 'Ndrangheta del crotonese e la presente rete di interessi con politici, imprenditori, pubblici amministratori.