Regionali, Lucano: "Mio auspicio è dialogare con Mario Oliverio e Agazio Loiero"

lucanomimmo-lista"Non sono nessuno per dare indicazioni, il mio è solo un auspicio che si possa avere un orizzonte più largo possibile. Questo non significa tornare al vecchio politichese. Verso Mario Oliverio così come Agazio Loiero c'è un rapporto di affetto. Mi rendo conto che non sono la sinistra antagonista ma sulla questione che ha fatto volare l'immagine della Calabria intesa come terra di solidarietà e inclusione nel mondo sono stati presenti e partecipi. È un auspicio, una speranza". Lo ha dichiarato l'ex sindaco di Riace Mimmo Lucano, ospite del web talk "KlausCondicio" condotto da Klaus Davi su YouTube.

"Bisogna dire le cose come stanno: gli ideali della Lega si riconducono verso il neofascismo. Quelli sono i punti di riferimento: l'odio razziale", ha detto Lucano, che ha aggiunto: "Matteo Salvini con le mie vicende non c'entra nulla. Tutti i miei guai sono inziati con Marco Minniti ministro degli interni".

L'ex sindaco di Riace e candidato nelle liste di Luigi de Magistris, ha parlato infatti anche dell'inchiesta "Xenia" che lo vede coinvolto e del processo che si sta celebrando a Locri: "Per mia natura dico che è brutto trovarsi con questo peso nell'anima e il pensiero di cosa possano pensare di te le altre persone. È una condizione che non vorrei augurare a nessuno, neanche alla peggiore persona. C'è sempre una dimensione umana che bisogna rispettare. Non è giusta la persecuzione, non è mai una giustificazione. Vale anche per Berlusconi come per qualsiasi altro essere umano".