Droga, smantellata rete di spaccio tra Lametino e Filadelfia nell’ambito dell’inchiesta “Ligea”: 2 arresti e 9 indagati

Carabinieri drogaI Carabinieri della Compagnia di Grifalco, grazie al supporto di una squadra operativa e un'unità cinofila dello squadrone eliportato cacciatori Calabria di Vibo Valentia, hanno posto agli arresti due uomini di 30 e 33 anni provenienti da Maida.

L'accusa è di associazione a delinquere finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti.

Ai due uomini è stata notificata un'ordinanza di misura cautelare, emessa dal Tribunale di Catanzaro su richiesta della locale Procura e della Dda.

I carabinieri hanno altresì notificato degli avvisi di garanzia ad altre nove persone, ritenute a vario titolo responsabili - anche in concorso - di spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti. Le sostanze in interesse sono: marijuana, cocaina e hashish. Tra i luoghi determinanti nell'inchiesta ritroviamo diversi comuni, tra cui Maida, San Pietro a Maida, Lamezia Terme in provincia di Catanzaro e Filadelfia del vibonese.

I provvedimenti sono un prosieguo dell'inchiesta "Ligea", condotta tra il maggio 2017 e l'agosto 2019 dal Norm - aliquota operativa della Compagnia di Girifalco e coordinata dalle Procure della Repubblica di Lamezia Terme e Catanzaro - Dda.

Le indagini, svolte con attività tecniche e tradizionali, hanno permesso di smantellare una rete di spaccio di stupefacenti tra la Piana di Lamezia e i comuni sulle colline a ridosso delle Preserre, con l'arresto di 10 persone ed il sequestro di circa 10 chili di marijuana.