Ponte sullo Stretto, c’è l’ok del gruppo di lavoro del Ministero: "Meglio a più campate e con finanziamento 100% pubblico"

StrettoMessina1Il gruppo di lavoro del Mims (Ministero della Mobilità Sostenibile) sul Ponte sullo Stretto dà il suo ok all'ipotesi di un Ponte (meglio a più campate) mentre ritiene meno praticabile l'idea del tunnel. Si "ritiene che sussistano profonde motivazioni per realizzare un sistema di attraversamento stabile dello Stretto di Messina", si legge nelle conclusioni del lungo documento depositato. Più in dettaglio "il sistema con Ponte a più campate consentirebbe di localizzare il collegamento in posizione più prossima ai centri abitati di Messina e Reggio Calabria, con conseguente minore estensione dei raccordi multimodali, un minore impatto visivo".

"Il gruppo di lavoro ritiene più efficiente finanziare il sistema di attraversamento interamente e trasparentemente a carico della finanza pubblica, anche in relazione ai benefici diffusi che l'opera ha sull'intero Paese", si legge ancora. "A questo proposito, al fine di destinare parte dei proventi e dei minori contributi pubblici necessari per l'attraversamento dinamico alla gestione e manutenzione dell'opera, il Gruppo di Lavoro propone di valutare diversi livelli di pedaggio per autovetture, autocarri, treni locali/regionali, treni ad Alta Velocità e treni merci, tali da stimolare la domanda di mobilità e lo sviluppo socioeconomico dei territori coinvolti".