Parentela (M5S) attacca Spirlì: "Si ricordi della trasparenza amministrativa e della gestione della pandemia"

«Tra una comparsata allo stadio e una diretta web, il sostituto presidente Spirlì trovi il tempo per richiamare gli uffici della Regione Calabria affinché pubblichino immediatamente i 38 atti, prodotti tra il 2018 e il 2021, che secondo il sindacato Csa-Cisal non sono presenti né sul bollettino ufficiale né sul sito dell'ente». È quanto in una nota afferma il deputato M5S Paolo Parentela, che incalza: «Nello specifico parliamo di atti pubblici riguardanti regole per assunzioni e nomine di commissari, revisori dei conti, componenti di Consigli di amministrazione e collegi sindacali. Capisco che il presidente Spirlì è concentrato sul suo personaggio, al punto da non accorgersi di quanto sta succedendo in tutta la regione, ma la trasparenza è fondamentale e non ammette ritardi né scuse, così come la somministrazione dei vaccini e la lotta ai furbetti delle vaccinazioni». «Mi auguro – conclude Parentela – che Spirlì si sintonizzi sulle frequenze della realtà e della serietà che il suo ufficio richiede».