Visita del nuovo Comandante Generale dell’Arma al Comando Interregionale Carabinieri “Culqualber”

8 marzo 2021, stamani il Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri, Generale di Corpo d'Armata Teo LUZI, ha fatto visita alla sede del Comando Interregionale di Messina. Ad accoglierlo, nella suggestiva atmosfera della caserma "A. Bonsignore", il Generale di Corpo d'Armata Gianfranco Cavallo, Comandante dei Carabinieri di Sicilia e Calabria.

La cerimonia si è svolta nella scrupolosa osservanza delle prescrizioni sanitarie volte al contenimento epidemiologico da COVID19, alla presenza dei Comandanti delle Legioni di Sicilia e Calabria, di una contenuta rappresentanza dei Comandi e dei Reparti Speciali delle due regioni, del Comando Regione Forestale Calabria, nonché dei delegati della Rappresentanza militare e del personale in congedo dell'Associazione Nazionale Carabinieri.

Nel corso dell'incontro il Gen. Luzi ha ringraziato le donne e gli uomini della "Benemerita" per l'impegno profuso a garantire la sicurezza dei cittadini, specie in questo difficile momento legato all'emergenza sanitaria.

Nell'occasione, un saluto particolare ha voluto rivolgere ai carabinieri in congedo dell'ANC (Associazione Nazionale Carabinieri) evidenziando come gli stessi costituiscano l'elemento di continuità tra l'Arma di ieri e quella di oggi, ricordando con piacere l'impegnativo periodo di comando svolto in Sicilia, quale Comandante Provinciale Carabinieri di Palermo.

Il Comandante Generale ha poi voluto rivolgere un commosso pensiero ai caduti dell'Arma ed ai loro familiari, evidenziando come, in questo periodo particolarmente difficile per l'intera comunità Nazionale, l'Arma dei Carabinieri è ancora una volta protagonista nel garantire, insieme con sicurezza e legalità, il rispetto delle misure a tutela della salute pubblica e soprattutto nell'assistere le fasce più deboli e vulnerabili della popolazione. Proprio la vicinanza, la prossimità, la disponibilità e la capacità di ascolto del cittadino si traducono, quotidianamente, nell'affidabilità ed efficienza dell'Istituzione che costituisce un punto di riferimento essenziale nel sistema della sicurezza in Italia.

Un traguardo, quello dell'accrescimento dell'efficienza, che richiede per il suo conseguimento un costante miglioramento professionale.