Sinistra Italiana Calabria: "Inutile decisione chiusura scuole"

"Il malgoverno della destra in Regione colpisce ancora. Con un provvedimento inutile ed estemporaneo, il presidente facente funzioni, è bene ricordarlo, Spirlì, chiude le scuole senza validi motivi, né da punto di vista socio-sanitario, né per quanto attiene l'incidenza dei contagi". E' quanto si afferma in una nota del coordinamento regionale di Sinistra Italiana. "E' di ieri la pubblicazione - è detto nella nota - del report settimanale dei risultati del monitoraggio dell'Istituto Superiore di Sanità, Ministero della Salute, che attesta ufficialmente un indice Rt regionale pari a 0,81, di molto inferiore alla media nazionale (Rt di 1,06) e in netta discesa rispetto all'Rt regionale della settimana precedente attestatosi all'1,01. Questi numeri, buoni per la regione, indicano che se non ci sarà una inversione di tendenza, la nostra regione potrebbe scivolare in breve tempo verso la zona bianca, con tutti gli effetti benefici che creerebbe per la socialità e l'economia regionale".

"Ebbene, perché chiudere per due settimane gli istituti scolastici- riporta il testo - e 'punire' senza motivo i nostri ragazzi? Spirli non risponde e non fornisce una risposta sanitaria, e politica, credibile. Come non risponde alle domande su dove sono finite 80 mila dosi di vaccino e al perché dei ritardi nelle somministrazioni, il tutto unito ad una gestione incapace, scellerata, dilettantistica e inconcludente dell'emergenza sanitaria, e non solo, che stiamo vivendo e, ahinoi, subendo. Infine, oltre al danno, la beffa: da più parti del territorio regionale ci segnalano una gestione privatistica e clientelare nella somministrazione delle dosi di vaccino: il vaccino è un bene comune, la sua somministrazione è retta da rigidi protocolli e non è accettabile che persone che non ne hanno ancora diritto, grazie alla benevolenza politica di turno, si vaccinino prima in danno degli altri". "Chiediamo, pertanto - si sostiene ancora nella nota del Coordinamento regionale di Sinistra Italiana - che si faccia chiarezza, si ristabiliscano e attuino appieno i protocolli ministeriali e ci sia una rapida accelerazione nella somministrazione del vaccino. La Calabria non può più aspettare, i calabresi meritano di meglio".